Europa League | Milan, evitati Tottenham e Wolfsburg

Sorteggiati i gruppi per l’ultimo turno preliminare di Europa League. Il Milan, se batterà il Bodo Glimt, eviterà di giocare contro gli avversari più duri

Europa League | Milan, evitati Tottenham e Wolfsburg
Shamrock-Milan (Getty Images)

La strada per raggiungere la fase a gironi di Europa League è ancora lunga per il Milan. Dopo la vittoria ottenuta ieri sera contro lo Shamrock Rovers, siglata con due reti di Ibrahimovic e Calhanoglu, i rossoneri si apprestano a giocare contro il Bodo Glimt nel terzo turno.

Il match si giocherà il 24 settembre a San Siro, sempre in gara secca. In caso di vittoria, ci sarà da affrontare l’ultima partita decisiva per approdare alle fasi finali della competizione e raggiungere Roma e Napoli, già qualificate.

In questo senso per i rossoneri c’è una buona notizia arrivata poco fa da Nyon. Alle 14 è infatti in programma il sorteggio dell’ultimo turno e l’Uefa ha reso note le modalità dell’estrazione.

Il Milan, che non è testa di serie e rischiava di trovarsi contro avversari temibili, è stato inserito nel gruppo 1 e dunque si troverà di fronte una delle vincenti delle sfide tra Basilea e Anorthosis, tra Viktoria Plzen e SønderjyskE oppure tra Besiktas e Rio Ave.

Evitati perciò sia il Tottenham di Mourinho sia il Wolfsburg.

Milan, Pioli concentrato sul Bologna

Europa League | Milan, evitati Tottenham e Wolfsburg
Zlatan Ibrahimovic (Getty Images)

Nel frattempo Stefano Pioli si concentrerà sul match d’esordio in Serie A, in programma lunedì contro il Bologna: “I norvegesi sono forti, ma dobbiamo prima pensare al Bologna. Dobbiamo continuare a crescere, i prossimi avversarsi saranno difficili. Siamo il Milan, dobbiamo migliorare e mantenere il livello più alto possibile”.

Ad ogni modo c’è soddisfazione soprattutto per la forma fisica mostrata dai rossoneri dopo sole tre settimane di preparazione. E come sempre Ibrahimovic ha fatto la differenza: “E’ un giocatore intelligente, capisce dove meglio posizionarsi. A inizio partita era un po’ troppo basso, dopo lo abbiamo usato più alto. Parliamo di un campione”- ha dichiarato Pioli a fine gara.

I.M.