Inter | Zhang svela le strategie e parla di Conte e Messi

Steven Zhang spiega in una lunga intervista le strategie per il presente ed il futuro dell’Inter. Il manager cinese ha parlato anche di Conte e Messi

Inter | Zhang svela le strategie e parla di Conte e Messi
Steven Zhang (Getty Images)

Steven Zhang racconta i suoi piani per il presente ed il futuro dell’Inter, passando anche per il confronto con Antonio Conte e al possibile acquisto di Leo Messi. Il presidente dei nerazzurri, in una lunga intervista al Corriere della Sera, esce allo scoperto e parla del suo obiettivo primario: continuare a crescere e vincere.

“L’Inter ha una missione, un piano, strategie rivolte naturalmente verso la vittoria. Ma non solo. La nostra missione? Crescere costantemente rispettando i nostri obiettivi. Credo proprio che la strada intrapresa sia quella giusta”.

Il percorso di crescita e le vittorie però dovranno essere raggiunte senza spese folli. Il calcio sta attraversando una crisi economica profonda a causa del Covid e bisognerà essere prudenti per evitare di fare un passo avanti e tre indietro: “Vendere per comprare? Questo atteggiamento di prudenza non riguarderà solo questa sessione di mercato, ma dovrà essere rispettato anche in futuro”.

Inter, le parole di Zhang su Conte e Messi

Inter | Zhang svela le strategie e parla di Conte e Messi
Zhang (Getty Images)

Dunque niente acquisti stile Messi per l’Inter. Anche se l’argentino si fosse liberato a parametro zero (e così non è stato), il suo ingaggio e tutti i discorsi legati ai diritti di immagine della “pulce” sarebbero risultati indigesti per i conti del club.

“No, un investimento simile non può rientrare nel nostro progetto. Almeno non in questo momento”, ha dichiarato il presidente nerazzurro.

Conte e Marotta dovranno fare di necessità virtù, anche se va ricordato che la squadra milanese ha fatto grandi investimenti negli ultimi anni ed in questa sessione sono già arrivati Kolarov e Hakimi in attesa di Arturo Vidal.

A proposito del litigio con Conte, Zhang ha smorzato i termini: “I toni di quel summit sono stati drammatizzati. Era necessaria una riflessione, ho trovato il nostro allenatore sereno, costruttivo, lontano dagli stati d’animo raccontati dai media. Voglio dire che il film mostrato e raccontato è stato ben diverso dalla realtà da noi affrontata”

I.M.

 

Impostazioni privacy