Home Calcio Spal, sigilli allo Stadio Paolo Mazza e abbonamenti sospesi

Spal, sigilli allo Stadio Paolo Mazza e abbonamenti sospesi

CONDIVIDI
La curva ferrarese dei tifosi spallini
La curva ferrarese dei tifosi spallini

Spal costretta a fermare la corsa agli abbonamenti!

Brutto momento per le nuove campagne abbonamenti delle squadre emiliano-romagnole. Sia Bologna che Spal, rivali storiche, hanno subito intoppi alle nuove tessere. L’ultim’ora giunge dalla bella Ferrara che sta registrando addirittura la sospensione della campagna abbonamenti “Mai sola” per la terza stagione consecutiva in Serie A. La decisione è stata presa dopo le indagini riguardanti la nuova struttura dello Stadio Paolo Mazza della città estense. La Spal non avrebbe provveduto alla legge anti sismica sui nuovi impianti e non avrebbe sistemato le nuove gradinate con norme e maniere che non sarebbero state adeguate ai nuovi criteri vigenti nell’impiantistica nazionale.
Parte dell’impianto spallino è stato sequestrato dalla Guardia di Finanza in attesa di provvedimenti e cambiamenti di posto per gli abbonati ed i loro sediolini azzurri.
Sequestro avvenuto per il presunto mancato rispetto delle norme antisismiche e l’inchiesta penale in corso per falso e frode con ben otto indagati. La prossima settimana scatteranno gli esami tecnici e ne sapremo di più, intanto ci sono i sigilli allo stadio nel centro cittadino e le indagini nel cuore dell’Amministrazione Comunale.
Un atto di tutela dei tesserati adottata prontamente dalla società e la conseguente richiesta di cambio del posto e nuove sottoscrizioni che saranno presto comunicate ai tifosi.
Decreto Dignità, la Roma perde i milioni di Betway. La Lazio rischia
I controlli sono in corso ma intanto la società ferrarese ha deciso di interrompere le sottoscrizioni alla nuova stagione agonistica da seguire in prima linea a due passi dal terreno di gioco e senza barriere. Ora si pensa già al mese di agosto con la Coppa Italia, le amichevoli e l’inizio del campionato che potrebbero slittare o essere disputate in altri stadi…

Anche il Bologna danneggiato!

Il Bologna invece ha subito una vera e propria rapina di parte dell’incasso delle prime tessere staccate per il 2019/20. Circa 20 mila euro sono stati portati via da due soggetti a volto coperto e armati che si sono infiltrati tra la gente in coda al botteghino rossoblù dello stadio felsineo. Poi sono subito fuggiti in motorino e sulle loro tracce ci sono i Carabinieri.


ANCORA TU?! Kinsey Wolanski arrestata! Voleva fare invasione in Brasile-Perù
 

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore