Quali sono le attività fisiche più salutari: lo dice la scienza, la classifica

L’attività fisica può avere enormi benefici sul nostro organismo e sulla nostra mente, uno studio svela quali sono i 5 tipi più salutari.

5 tipi attività fisica migliori studio Harvard
Ragazza che si allena coi pesi (Sportnews.eu)

Quando decidiamo di fare attività fisica siamo mossi da numerose ragioni, molte delle quali legate all’aspetto della salute. Fare sport, infatti, non significa solo dimagrire, perdere massa grassa e acquisire massa muscolare al fine di conformarci meglio a un canone estetico, ma anche agire sull’intero organismo e sulla nostra mente.

Non è un segreto che l’attività fisica costante aiuti a ridurre il rischio di insorgenza di malattie cardiovascolari o a regolarizzare i nostri valori ormonali. Inoltre può agire sull’umore, migliorandolo, e sul ritmo sonno-veglia, regolarizzandolo. I tipi di attività fisica da svolgere sono numerosi, da quelli all’aria aperta a quelli in palestra, fino ad arrivare a quelli da fare in casa propria, senza bisogno di sottoscrivere un abbonamento in una struttura.

Attività fisica: i 5 tipi di allenamento migliori secondo gli esperti di Harvard

5 tipi attività fisica migliori studio Harvard
Allenamento a corpo libero in palestra (Sportnews.eu)

Tra le tante opzioni che abbiamo a disposizione, uno studio scientifico effettuato all’Università di Harvard, negli Stati Uniti, ha voluto evidenziare i 5 tipi di attività fisica migliori per la salute. Molte di queste attività “vi aiuteranno a controllare il peso, a migliorare l’equilibrio e l’ampiezza dei movimenti, a rafforzare le ossa, a proteggere le articolazioni e persino a prevenire la perdita di memoria“, hanno affermato gli esperti della Harvard Medical School.

Al primo posto troviamo il nuoto, considerato il migliore sport in assoluto, adatto anche a chi ha problemi alle articolazioni. Il galleggiamento in acqua, infatti, permette di far gravare un peso minore sulle giunture ed è per questo adatto anche a persone obese che necessitino di impattare in maniera minore sulle articolazioni. Al secondo posto annoveriamo il tai chi, un’arte marziale che unisce meditazione, respirazione e movimenti dolci. Esso è utile a controllare l’equilibrio, soprattutto negli anziani.

Sollevamento pesi e camminare: inizia gradualmente

Il sollevamento pesi figura al terzo posto, soprattutto per i suoi benefici a lungo termine. Col tempo, infatti, la forza muscolare tende a diminuire ma allenando i muscoli si può preservare più a lungo. Inoltre allenare i muscoli più aiutarci a dimagrire, bruciando più calorie. Attenzione a iniziare gradualmente, senza sovraccaricarci di pesi troppo grandi.

Il camminare è un vero toccasana per mente e corpo, praticabile a ogni età e in ogni condizione. “Può aiutare a mantenersi in forma, a migliorare il colesterolo, a rafforzare le ossa, a controllare la pressione sanguigna, a migliorare l’umore e a ridurre il rischio di diverse malattie“, ad esempio diabete o pressione alta.

Esercizi di Kegel: se non li conosci, te li spieghiamo noi

In quinta posizione troviamo gli esercizi di Kegel, generalmente meno noti al grande pubblico eppure molto utili a prevenire l’incontinenza che molti anziani devono affrontare. Gli esercizi di Kegel allenano infatti i muscoli del pavimento pelvico, risultando utili sia per le donne che per gli uomini.

Per eseguirne uno correttamente ci basterà contrarre i muscoli che useremmo per trattenere la pipì per 2 – 3 secondi e poi rilasciare, ripetendo l’esercizio almeno una decina di volte, per 4 o 5 serie durante il giorno.

Laureata in moda e appassionata di viaggi e culture dal mondo, mi piace sviscerare le questioni e arrivare dritta al nocciolo