Alimentazione e sport, questo prodotto è essenziale per il recupero dallo sforzo: “Molto utile per…”

Chi fa sport deve conoscere bene gli alimenti al fine di seguire una dieta adatta alle proprie esigenze e al recupero dello sforzo post attività.

ragazza stesa su letto di verdure
Cosa mangiare per recuperare lo sforzo fisico (Sportnews.eu)

Seguire un’alimentazione sana, fare sport, mangiare in modo corretto in base alle proprie esigenze, prendersi cura del proprio corpo e della propria mente sono linee guida essenziali per raggiungere una forma di benessere psico-fisico. Tutti sappiamo che fare attività fisica fa bene all’organismo, oppure che mangiare cibi industriali raffinati è di certo meno sano di un pasto genuino fatto in casa.

In alcuni casi, però, conoscere questi concetti in teoria non significa necessariamente saperli applicare nella vita pratica. Per questa ragione a volte cerchiamo aiuto in esperti medici o nutrizionisti che sappiano fornirci informazioni scientificamente provate rispetto al modo in cui dovremmo muoverci e mangiare.

Basa la tua dieta sul tipo di sport che fai: i consigli dell’esperto

Insalata di quinoa
Insalata di quinoa (Sportnews.eu)

Chi si dedica al sollevamento pesi, ad esempio, ha esigenze diverse rispetto a chi predilige un tipo di attività aerobica. E anche la dieta di questi due soggetti sarà diversa: un regime alimentare andrà bene per l’uno e un altro per l’altro! Poniamo il caso dei corridori: essi praticano un’attività di lunga durata che può variare nel grado di intensità, ad esempio in base alla velocità o alla pendenza del percorso praticato.

Per loro è dunque necessario un buon apporto di carboidrati, a discapito di quello proteico. Di contro, chi tende a sforzare molto i muscoli avrà bisogno di più proteine nella propria dieta per un buon recupero dello sforzo. I carboidrati forniscono energia immediata e devono costituire circa il 50 – 60% del pasto.

I grassi dovrebbero aggirarsi attorno al 30% e solo il restante 20% dovrebbe essere costituito da proteine. Di seguito elenchiamo 3 alimenti che non possono mancare nella dieta di un corridore, secondo quanto affermato da Roberto Oliver Bolívar, nutrizionista clinico e sportivo.

Il recupero dello sforzo passa da questi 3 alimenti

La quinoa è un alimento complesso, a metà tra un cereale e un legume, che fornisce un buon apporto di carboidrati, assieme a proteine e pochi grassi. È dunque ottima per il recupero dello sforzo fisico e gustosa se consumata assieme a brodo vegetale o di pollo.

Le sardine sono ricche di omega-3, che coadiuvano il funzionamento di cuore e cervello. Inoltre aiutano a ridurre le infiammazioni, migliorano la vista, la concentrazione e la resistenza. E non dimentichiamo che, a differenza di altri pesci grassi (ad esempio il salmone), spesso contengono percentuali minori di mercurio.

Infine i mirtilli: questo frutto ha un basso apporto calorico ma è ricco di antiossidanti, che bloccano l’azione dei radicali liberi e impediscono l’invecchiamento precoce dei tessuti. Sono ottimi anche per chi vuole migliorare la circolazione e si integrano alla perfezione sia con piatti dolci che con pietanze salate.

Laureata in moda e appassionata di viaggi e culture dal mondo, mi piace sviscerare le questioni e arrivare dritta al nocciolo