Si può dormire dopo aver mangiato? Il parere degli esperti: risposta finale

Vi state chiedendo quale sia il momento migliore per dormire? Date un’occhiata a tutto quello che c’è da sapere in tal senso per fare sonni tranquilli.

pasta
Pasta(Sportnews.eu)

Una delle sensazioni più spiacevoli che si possono provare dopo aver mangiato è quella improvvisa sonnolenza che non ci fa svolgere le attività quotidiane, ma ci porta solo il desiderio di coricarci sul divano per un leggero sonnellino. Esistono molti fattori che provocano questa sensazioni di sonnolenza subito dopo aver mangiato.

Mangiando dei formaggi, ad esempio, si assorbono anche delle sostanze chiamate casomorfina che, una volta introdotte nel nostro organismo, possono causare sonnolenza. Ma non perdiamo altro tempo e andamo a scoprire più nel dettaglio cosa bisogna fare per riuscire a dormire sonni tranquilli e qual è il momento migliore.

Accorgimenti da avere per una giusta digestione

dormire
Dormire(Sportnews.eu)

Tuttavia esistono dei piccoli accorgimenti per far sì che non ci siano fastidi. La prima cosa da fare è quella di non mangiare, soprattutto a pranzo (ma ancora di più a cena), grosse quantità di cibo. Proprio per questo motivo bisognerebbe evitare quei pranzi oppure quelle cene abbondanti con antipasto, primo, secondo, contorno, frutta e dolce.

Bisogna limitrsi a mangiare la giusta quantità di carboidrati, proteine e grassi previsti in una dieta sana ed equilibrata. Ovviamente bisogna anche prediligere degli alimenti che non sono raffinati come, per esempio, i grassi, in modo tale da non avere un appesantimento durante il processo digestivo.

Quando parliamo di grassi, non parliamo solo di insaccati oppure carne, che presenta del grasso, ma parliamo anche del condimento che può nascondere una grande quantità di grasso come, per esempio, l’olio.

La prima cosa da fare, quindi, è curare l’alimentazione in modo da prediligere un cibo del tutto semplice e sano. La seconda cosa molto importante da mettere in atto è quella di non riposarsi subito dopo aver mangiato, soprattutto quando si soffre di intestino pigro e di una digestione lenta.

Ebbene fare un’attività fisica leggera per i 15 minuti dopo il pranzo. Quando si parla di attività fisica leggera ovviamente non si parla né di corsa e né di attività anaerobica (come sollevamento pesi), e neanche di allenamento ad alta intensità come per esempio circuiti di crossfit, ma di una semplice passeggiata.

Questo può bastare per velocizzare i processi digestivi. Anche l’abitudine che molti hanno di bere un amaro, oppure un liquore o limone, per favorire il processo di digestivo è sbagliata. Infatti, dopo aver mangiato, è bene non bere alcolici oppure delle bevande molto calde e fredde.

Altri consigli utili

riposo
Sonno tranquillo(Sportnews.eu)

Un altro accorgimento da avere, che dovrebbe essere insegnato anche ai più piccoli, è quello di far niziare la digestione dalla bocca: masticando adeguatamente il cibo, si facilita tutto il processo digestivo e soprattutto non andiamo ad appesantire lo stomaco.

Insegnate soprattutto ai più piccoli a non distrarsi durante la cena, oppure il pranzo, soprattutto con smartphone oppure pc. Una volta terminato di cenare, oppure di pranzare, meglio non distendersi subito perché ciò favorisce anche la risalita dell’acido prodotto nello stomaco e ciò può causare la comparsa di reflusso gastroesofageo. Con questi semplici rimedi è possibile avere una digestione adeguata.

Impostazioni privacy