L’importanza delle braccia nella corsa: come muoverle per migliorare i risultati dell’allenamento

L’importanza delle braccia nella corsa: scopriamo come ottenere e migliorare i risultati. Ecco una panoramica su posture e movimenti ai quali non avevamo mai pensato. 

L'importanza delle braccia nella corsa
Braccia movimento corsa (sportnews.eu)

Per ottenere risultati migliori durante la corsa, scopriamo quale movimento e con quale coordinazione dovremmo muovere le braccia. Fermo restando che il movimento è del tutto naturale, è necessario conoscere alcune dinamiche che ci permetteranno di migliorare ulteriormente questo gesto intrinseco.

Il movimento delle braccia ha la stessa frequenza delle gambe: sono assolutamente legate e indissolubili a prescindere dalla distanza e dalla pendenza. La capacità condizionale coinvolta è la forza, ma occorre dire che muoverle costa fatica ed energia, poiché il movimento stesso accompagna il corpo che lo aiuta per la coordinazione e a restare in equilibrio

L’importanza delle braccia nella corsa, movimenti e non solo

L'importanza delle braccia nella corsa
Braccia corsa movimento (sportnews.eu)

Come riporta ‘runlovers.it’, le braccia non dovrebbero mai incrociarsi, mentre durante il movimento le spalle devono stare rilassate. Ovviamente ci sono delle considerazioni da tenere in considerazione in relazione alla velocità: all’aumentare della stessa il movimento amplia il proprio raggio. Anche la posizione delle mani è importante: devono essere aperte e non rigide, poiché determinate situazioni protratte nel tempo possono causare problemi posturali.

L’importanza delle braccia nella corsa, considerazioni generali

La posizione può essere corretta ma non si deve cercare di snaturare il movimento in sé, poiché rappresenta una conseguenza naturale e automatica del nostro corpo. Il corpo difficilmente modificherà il modo di muoversi se non ci lavoriamo sopra, ma è importante sapere che il lavoro da svolgere deve essere finalizzato al miglioramento per evitare infortuni dettati da posture scorrette.

Dunque, è importante limare e correggere il più possibile i difetti, non cambiare totalmente il modo di muoversi che può risultare deleterio. Soprattutto in una fase di crescita, pensiamo ad esempio ai bambini o agli adolescenti, il modo di correre e tutto il conseguente movimento coordinato del corpo deve essere insegnato e corretto nel modo giusto, mentre rappresenta un ostacolo non di poco conto correggere un adulto, poiché, risultando già formato, molto difficilmente riuscirà a cambiare in maniera mirata e ottimale.