Maignan risponde a Zangrillo: parole di fuoco del portiere francese!

Tante polemiche nel postpartita di Genoa-Milan, con i padroni di casa infuriati per il gol convalidato a Pulisic viziato da un probabile fallo di mano

Maignan accuse Zangrillo
Mike Maignan (Fabio Murru – Ansa) – SportNews.eu

Vittoria fondamentale per il Milan che torna con tre punti dalla trasferta di Marassi contro il Genoa e, sfruttando il mezzo passo falso dell’Inter in casa contro il Bologna, sale al primo posto solitario in classifica. Ai rossoneri non accadeva da più di un anno, ossia dalla stagione 2021-2022, quella dello scudetto. Il tutto al termine di una partita pazza, ricca di polemiche e terminata con Olivier Giroud tra i pali: il centravanti francese, infatti, ha dovuto prendere il posto di Mike Maignan, espulso nel finale, quando Pioli aveva già esaurito tutte le sostituzioni.

Maignan risponde duramente alle accuse di Zangrillo: parole pesantissime

Maignan accuse Zangrillo
Mike Maignan (Foto Instagram)

Ma il postpartita è stato ancora più rovente di quello che è accaduto in campo. Sotto la lente di ingrandimento, infatti, c’è il gol partita: Pulisic sembra controllare il pallone con il braccio, ma il Var non è intervenuto per mancanza di immagini chiare. La furia dei genoani è esplosa fin da subito. Altro episodio controverso è l’espulsione di Maignan nei minuti di recupero, entrato in netto ritardo fuori dall’area su Ekuban. L’uscita del portiere francese è stata commentata duramente dal presidente rossoblu Alberto Zangrillo: “La sua uscita? Da medico la definisco assassina, ma fa niente. Va bene così. Il mondo del calcio è sempre più iniquo. La fanno da padrone sempre gli stessi. Vediamo quante giornate gli daranno”.

Maignan risponde a Zangrillo: “Le parole pesano!”

Dichiarazioni pesanti quelle del numero 1 genoano che ovviamente hanno scatenato ulteriori polemiche. Lo stesso portiere rossonero ha voluto replicare con una storia su Instagram: “Zangrillo! Le parole hanno un significato. Quello che è successo ieri è stato un atto d’azzardo, forse un atto d’azzardo deplorevole, ma in nessun caso un ‘assassinio’. Ti auguro il meglio per il futuro e spero che tu non debba mai sperimentare ciò di cui mi hai accusato”. Insomma il match è continuato anche sui social. Intanto il Milan si lecca le ferite dopo la vittoria: dopo la sosta ci sarà il big match contro la Juventus e oltre al portierone francese mancherà anche Theo Hernandez, squalificato per somma di ammonizioni.

Impostazioni privacy