Dieta dello sportivo: le fonti di carboidrati, proteine e grassi tra cui scegliere

Qual è la giusta alimentazione per chi fa sport? Ecco le fonti alimentari tra cui scegliere per creare la perfetta dieta dello sportivo.

dieta sportivo come ottenere carboidrati proteine grassi micronutrienti
Piatto con salmone (Foto da Unsplash) – Sportnews.eu

Chi fa sport sa bene che limitare la propria attenzione all’attività fisica lasciando la dieta al caso potrebbe comportare un annullamento dei grandi sforzi fatti in palestra. Per vivere uno stile di vita sano, infatti, non basta mantenersi attivi, ma è importante anche seguire la giusta alimentazione e dedicarsi al proprio benessere psicologico. In questo senso si può infatti parlare di wellness, un concetto che mette insieme principi di moderazione ed equilibrio relativi a tutti gli aspetti della propria vita, non ultimo quello alimentare. Come si pensa comunemente, sembra che gli sportivi debbano fare il pieno di proteine, al fine di costruire massa muscolare, eppure non è proprio così.

L’importanza dei carboidrati: nella dieta dello sportivo non devono mancare

fonti carboidrati semplice complessi
Pasta a pesto (Foto da Unsplash) – Sportnews.eu

Per formulare la giusta dieta dello sportivo bisogna infatti prendere in considerazione diversi fattori, non ultima l’importanza dei carboidrati. Questi ultimi si suddividono in carboidrati semplici (ad esempio frutta zuccherina o miele) e carboidrati complessi, come pasta, riso, patate o pane. La differenza tra i due sta nella composizione chimica e di conseguenza nel processo di digestione e assorbimento.

I primi hanno strutture più brevi e vengono digeriti più velocemente, i secondi sono costituiti da strutture polimeriche più lunghe e comportano un processo digestivo più lungo e completo. I carboidrati, di qualsiasi tipologia, sono fondamentali nella dieta di uno sportivo: essi forniscono energia e aiutano a mantenere stabili i livelli di zucchero nel sangue.

Proteine e grassi: sai scegliere quelli più salutari per l’organismo?

micronutrienti essenziali vitamine proteine animali vegetali
Frullato di verdure (Foto da Unsplash) – Sportnews.eu

Le proteine svolgono un ruolo importante nella costituzione del tessuto muscolare e nel recupero post allenamento e possono essere assunte sia da fonti animali che da fonti vegetali. Nel primo caso si parla di carne bianca, carne rossa, pesce magro, latticini o uova. Nel secondo di legumi, considerati fondamentali nella dieta di sportivi che abbiano ad esempio optato per regimi alimentari vegani o vegetariani.

I grassi si possono assumere da fonti vegetali e da fonti animali e si suddividono in saturi e insaturi. Anche in questo caso la differenza è data dalla struttura chimica: i grassi saturi, da un punto di vista della salute, sono i peggiori poiché comportano un aumento del colesterolo nel sangue e si assumono solitamente tramite fonti animali (il burro è l’esempio più immediato); i grassi insaturi influiscono invece in modo positivo sul colesterolo e sono quelli contenuti in olio d’oliva, olio di semi, frutta secca, avocado e pesci grassi come ad esempio il salmone, ricco di omega 3.

Micronutrienti: l’importanza vitale delle vitamine

Infine non bisogna dimenticarsi dell’importanza dei micronutrienti, in particolare vitamine e minerali. Essi possono essere assunti tramite verdura, spezie e frutta e svolgono un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute, tanto da definirsi “vitamine”. Questo termine, in effetti, sta a indicarne l’importanza vitale; il problema, però, è che spesso non sono prodotte dall’organismo e devono essere assunte tramite gli alimenti o integratori alimentari specifici per ogni esigenza. Seguendo la giusta alimentazione potremo ottenerne tutto ciò di cui abbiamo bisogno, anche per mettere a punto la perfetta dieta dello sportivo!

Impostazioni privacy