Formula 1, la Red Bull conquista il Mondiale Costruttori: la classifica

Arriva il primo traguardo importante a Suzuka, Verstappen pronto a chiudere a 6 dalla fine

Verstappen record Vettel
Verstappen(Instagram)

Dopo il passaggio a vuoto di Singapore la Red Bull ha rimesso subito le cose al suo posto in Giappone, dove il solito irrefrenabile Verstappen ha fatto valere tutto il suo talento chiudendo davanti a tutti con ben 19 secondi di distacco dal suo inseguitore. Vittoria numero 13 per l’olandese che vale la prima conquista stagionale, ovvero quella del mondiale costruttori. Le Red Bull hanno infatti collezionato ben 623 punti di cui 400 solo per mano di Verstappen, un tripudio assoluto che comunque non è destinato a finire qui, visto che i prossimi festeggiamenti arrivera

nno in tutta probabilità nel prossimo GP.

Verstappen porta a casa il mondiale costruttori, ancora 3 punti per quello piloti

Verstappen
Max Verstappen (Foto IG)

Che la stagione di Formula 1 avesse già un vincitore lo avevamo capito dopo un paio di uscite in questo mondiale, nessuno è rimasto sconcertato, dunque, della conquista del titolo costruttori con ben 6 giornate di anticipo. Una lotta che si fa invece serrata per i secondi posti con la Mercedes a 305 punti che continua a perdere qualcosina in confronto alla Ferrari, fissa a 285 e pronta a cogliere la prima occasione per il sorpasso.

Solo per un soffio Max Verstappen non ha potuto conquistare anche il suo terzo titolo piloti, ma in tutta probabilità sarà la tappa del Qatar a confermarlo campione del mondo, probabilmente già dal Sabato. All’olandese, infatti, servono solo 3 punti da conquistare proprio sul suo compagno di squadra per riuscire a portare a casa il titolo, punti che potrebbero arrivare già nella gara sprint.

Uno scenario inedito si prospetta dunque all’orizzonte, con un Max Verstappen che potrebbe arrivare alla gara di domenica festeggiando un mondiale anche qualora non arrivasse a tagliare il traguardo in zona punti. Quando si parla dell’olandese, ad ogni modo, nulla è mai scontato e non resta che attendere 2 settimane per capire cosa accadrà, ma in Qatar, da quel che sembra, ci sarà molta carne sul fuoco per tutti i partecipanti in gara.

Pubblicista da sempre amante dello sport, soprattutto delle sfaccettature meno evidenti che spesso vengono difficilmente trasmesse al grande pubblico. Il mio obiettivo è quello di trasferire la mia passione per lo sport agli altri, soprattutto accendendo un faro sui retroscena apparentemente insignificanti ma che, come spesso accade, regolano questo mondo particolare.