Un altro italiano sulla panchina di una nazionale: accordo triennale

Dopo Roberto Mancini, passato alla guida dell’Arabia Saudita, un altro allenatore è pronto ad iniziare la nuova avventura: obiettivo Mondiale

Montella nuovo ct Turchia

Gli italiani sono sempre apprezzati all’estero. Giocatori ma soprattutto allenatori. In Inghilterra sta spopolando Roberto De Zerbi che sta incantando la Premier con il suo calcio spettacolo al Brighton: dopo aver raggiunto l’Europa League nella scorsa stagione e aver venduto diversi pezzi pregiati nell’ultimo mercato, i Seagulls stanno impressionando anche in questa stagione. L’ultima impresa, la vittoria per 3-1 a Old Trafford contro il Manchester United, è stata rimarcata in tutta Europa.

Dopo Mancini un altro italiano sulla panchina di una nazionale: accordo raggiunto

Montella allenatore Turchia ufficiale
Vincenzo Montella (Foto Instagram)-sportnews.eu

Ma non è il solo. Lo scorso mese di agosto è scoppiata la bomba Mancini: le dimissioni dell’ex ct della Nazionale, poi sostituito da Luciano Spalletti, sono arrivate come un fulmine a ciel sereno e per motivi personali legati ad incomprensioni tra l’allenatore e la Federazione, stando alle parole del Mancio. Il fatto che però, pochi giorni dopo, abbia accettato l’offerta mostruosa da parte della nazionale dell’Arabia Saudita fa un po’ crollare questa ipotesi. La scelta non è stata presa bene dai vertici della Figc ma neanche dai tifosi italiani i quali rinfacciano la mancanza di trasparenza dell’ex allenatore dell’Inter. Ma ora c’è un altro tecnico italiano pronto ad iniziare una nuova avventura su una panchina di una nazionale: Vincenzo Montella.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Tonali, il ritorno a San Siro è da brividi: l’accoglienza dei tifosi (VIDEO)

L’aeroplanino ha infatti trovato l’accordo con la Turchia: contratto di tre anni per lui. Prenderà il posto di Stefan Kunz che era in carica dal settembre 2021. Montella conosce bene l’ambiente turco avendo allenato l’Adana, portandola ad una storica qualificazione in Conference League. Doppio il suo obiettivo: la qualificazione agli Europei (la Turchia è prima a pari merito con la Croazia nel proprio girone) e ai Mondiali (avvenuta una sola volta nella storia nel 2002).

Impostazioni privacy