Serie A, arriva il primo esonero: scelto già il sostituto, nome impensabile

Serie A, arriva il primo esonero: dopo 4 giornate salta la prima panchina, ecco chi arriva per sostituirlo. 

Il cambio era nell’aria e si è concretizzato dopo poche ore dalla clamorosa sconfitta rimediata in campionato: dopo 4 giornate salta la prima panchina in Serie A.

Primo esonero Serie A
Primo esonero Serie A (Pixabay)

L’avvio è stato disastroso, così come la sconfitta nel 7-0 rimediata contro la Roma: la prestazione horror è stata fatale a Paolo Zanetti che lascia dopo un solo mese dall’inizio del torneo. Il cambio era nell’aria dopo le parole di Pietro Accardi a DAZN (”Credo che in questo momento le responsabilità siano da dividere con tutti, me compreso. Detto questo, è chiaro che ci prenderemo del tempo per riflettere”), e nel giro di qualche ora Corsi è passato immediatamente ai fatti: esonero senza attenuanti, si riparte con nuove idee e considerazioni per una ventata di aria fresca necessaria in questo momento.

Questa la nota dell’Empoli: ”A mister Zanetti vanno i più sentiti e sinceri ringraziamenti per il lavoro svolto in questi mesi. L’Empoli augura al tecnico ed ai suoi collaboratori le migliori fortune sportive e professionali.”

Serie A, arriva il primo esonero: out Zanetti, c’è Andreazzoli

Al suo posto torna per la quarta volta Andreazzoli, tecnico stimato e molto amato dalla piazza nonostante le continue incomprensioni che si sono succedute nel corso degli anni. Con lui i toscani possono ambire alla salvezza unita al bel calcio, un marchio di fabbrica di un allenatore che avrà un intero campionato a disposizione per riuscirci.

Con lui potrebbero esserci dei cambiamenti nel modulo ma soprattutto cambieranno i principi, che inevitabilmente permetteranno ai toscani di cambiare pelle a seconda delle partite: le caratteristiche rimangono le stesse, con un potenziale inespresso che sino a questo momento non ha portato gol nelle partite disputate. Anche in ottica fantacalcio questo cambio della guida tecnica apre a prospettive interessanti, visto che alcuni giocatori chiave possono diventare nuovamente appetibili nel magic gioco.

Sassarese classe ’85, nato il 5 febbraio come illustri calciatori, madre natura ha pensato bene di relegarmi a semplice commentatore del calcio giocato. Iscritto all’albo dei giornalisti pubblicisti ODG della Sardegna dal 2017, sono fiero ed orgoglioso di essere nato e cresciuto in questa terra meravigliosa. Interista dalla nascita, vivo nel ricordo del mito di Ronaldo il Fenomeno e delle imprese titaniche del ‘Triplete’ degli idoli Mourinho, Sneijder e Milito. Innamorato del fantacalcio, dei viaggi e del giornalismo calcistico, Sportnews mi ha dato modo di rivalutare il declino della Serie A con occhi diversi. Allenatore di calcio (UEFA C) e di calcio a 5, svolgo i due lavori che amo con assoluta passione e con tanta voglia di emergere.