Nordic walking: cos’è, come praticarlo e i benefici offerti

Sei alla ricerca di un’attività fisica diversa dal solito? Il nordic walking è ciò che fa per te allora! Scopriamo insieme cos’è, come si pratica ed i benefici che offre.

nordic walking
Come si pratica il nordic walking (foto da Canva)

Non dobbiamo dirvelo noi: l’attività fisica è un aspetto fondamentale per vivere bene ed in salute. Tra tutte le tipologie di discipline, oggi vogliamo parlarvi del nordic walking, tradotto in italia “camminata nordica”. L’ideatore di questo tipo di allenamento si chiamo Marko Kantaneva, il quale l’ha concepita nell’ormai lontano 1997. Negli ultimi anni però, il nordic walking sta riscuotendo un successo fuori da ogni logica. Si tratta di una pratica fisica assai efficiente per sviluppare muscoli e vigore in quanto i movimenti interessano fino al 90% dei muscoli del corpo. Ma cosa cambia rispetto ad una camminata normale? Innanzitutto si pratica usando i classici bastoni del trekking e ciò comporta lo sforzo anche degli arti superiori. In secondo luogo, va eseguita rullando completamente il piede, dal tallone fino alla punta. Infine, le braccia vanno mosse in alternanza rispetto le gambe (braccio sinistro avanti, gamba destra indietro).

Nordic walking: cos’è, come praticarlo e i benefici offerti

Quali sono i benefici che comporta quest’attività? In primo luogo, si è completamente immersi nella natura, cosa che offre grandi vantaggi a livello cerebrale. Ansia, stress e panico volano via una volta a contatto diretto con le meraviglie verdi del mondo.

attività fisica montagna estate
Camminata nordica in montagna (foto da Canva)

In secondo luogo, comporta un consumo energetico superiore del 20% rispetto ad una classica camminata. Ciò significa che perderemo molte più calorie attraverso questa pratica. Ancora, migliora la resistenza fisica e quella polmonare. Non finisce qui poiché migliora la postura, andando a correggere alcuni difetti dello scheletro, e scioglie le contrazioni dei muscoli del collo e della cervicale. 

L’idea ideale sarebbe quella di allenarsi con il nordic walking per almeno 1\2 volte a settimana, per una durata non inferiore ai 30 minuti. Per i più esperti e più allenati poi, si potrebbe pensare anche di aumentare la frequenza fino ad arrivare ad un totale di 4 volte alla settimana per un’ora di camminata. Ultimo punto importante, i bastoncini: quanto lunghi devono essere? La formula per capirlo è semplicissima: basterà infatti moltiplicare la propria altezza per 0,70. Il risultato finale corrisponderà all’altezza perfetta per la propria statura.

Impostazioni privacy