“Numeri gonfiati” Max Verstappen, l’accusa è pesantissima: tifosi sconvolti, annuncio in mondovisione

Difficile stare dietro a uno come Verstappen, ma la verità potrebbe essere diversa da come traspare?

Max Verstappen
Verstappen (foto instagram)

In questo ultimo anno di Formula1 praticamente non vi è mai stata gara contro Max Verstappen che in poche gare si è preso la testa del mondiale senza lasciarla mai. In apparenza numeri impressionanti quelli dell’olandese ma non sembrano essere poi tutti d’accordo. Anche se il pragmatismo dei numeri è indiscutibile, infatti, sono altri i fattori che avrebbero inciso, “gonfiando” le statistiche del pilota della Red Bull e, ad accendere un faro su questa questione, ci ha pensato niente meno che il 7 volte campione del mondo Lewis Hamilton!

Hamilton affossa Verstappen: “Quando correvo io c’erano campioni veri!”

Le parole di Hamilton
Lewis Hamilton-(Foto Instagram)

In questa stagione Lewis Hamilton guarda Max Verstappen da 200 punti di distanza, e questo è un dato indiscutibile, tuttavia il 7 volte campione del mondo non ci sta ad accettare un divario simile, per lo meno non dando i meriti tutti all’olandese.

I numeri della prima guida della Red Bull sono impressionanti ma esiste un fattore che sembra fare la differenza, almeno nella visione dell’inglese, ovvero la concorrenza in pista. “Quando in qualifica davo 5 o 6 decimi a botta non dicevano quello che ora dicono per Verstappen, è tutto molto più gonfiato! Secondo me Bottas e tutti i miei compagni sono stati molto più forti dei compagni di Max, penso a Button, Alonso, Russel, Bottas, Rosberg, tutta gente molto costante, Max non corre contro nessuno di questo livello“.

Queste le parole del campione, ma non è stato lui il primo a tirare fuori questo argomento. Ad ogni modo, senza concorrenza interna o no, è quella esterna a mancare al momento e la Red Bull non può che farla da padrona, numeri gonfiati o meno. La speranza è che dal 2024 qualcosa inizi a cambiare ma per quello ci sarà da aspettare ancora parecchio e nel frattempo, ci sarà da vedere Verstappen arrivare primo ancora e ancora.

Impostazioni privacy