Formula 1, arriva l’ammissione di Sergio Perez: svelato il suo più grande problema

Formula 1, arriva l’ammissione di Sergio Perez: il pilota della Red Bull continua ad evidenziare dei problemi, ecco che cosa succede.

In casa Red Bull continua a tenere banco la questione Sergio Perez. Il pilota non sta convincendo appieno nonostante il secondo posto nella classifica piloti, una condizione quasi scontata alla vigilia del mondiale viste le potenzialità di una macchina sinora irraggiungibile per chiunque. Nonostante l’altalena di risultati ottenuti sino a questo momento, la scuderia austriaca sta cercando di capire se continuare insieme per almeno un altro anno o decidere di salutarsi senza troppi rimpianti.

Sergio Perez addio Red Bull
Sergio Perez addio Red Bull (Instagram)

Decisioni che arriveranno molto probabilmente a giochi fatti, visto che non manca molto per le ufficialità che tutti attendono: la Red Bull potrebbe già blindare la classifica costruttori nel prossimo GP se dovessero concretizzarsi dei risultati in particolare, altrimenti si attenderà qualche altra settimana e festeggiare magari insieme il doppio titolo, visto che anche Verstappen sta ormai contando i giorni per il terzo titolo consecutivo.

Ad oggi la distanza tra Max e Sergio è di 145 lunghezze, un divario davvero incredibile, evidenziato dalla prestazioni altalenanti di Perez che in determinati momenti sembrava smarrito, inerme dinnanzi allo strapotere del compagno che vittoria dopo vittoria ha sempre avuto più fame di imporsi, al contrario del messicano che sta rischiando seriamente di vedere la propria carriera in Austria al capolinea. Ma proprio lui ha lamentato delle difficoltà espresse a chi di dovere nel guidare la fuoriserie, un controsenso se pensiamo che si tratta della monoposto più forte del mondo.

Formula 1, arriva l’ammissione di Sergio Perez: che cosa succede

Sergio non sembra essere a suo agio con la RB19 e non è riuscito ad ambientarsi come avrebbe voluto, colpe probabilmente sue che non è riuscito a capire bene e per tempo come gestire gli aggiornamenti fatti alla macchina, che con il tempo non gli ha permesso di eguagliare i successi del collega e compagno olandese.

Sergio Perez addio Red Bull
Sergio Perez addio Red Bull (Instagram)

Forse a causa dei differenti stili di guida, come affermato dallo stesso Perez e ripreso da ‘funoanalisitecnica.com’: “Ogni pilota deve affrontare gli aggiornamenti sulla propria macchina, con alcuni ci si adatta più facilmente di altri in virtù del suo stile di guida. Stavolta non sono stato in grado di adattarmi velocemente e ho dovuto cambiare un po’ il mio stile di guida.” 

Impostazioni privacy