MotoGP, infortunio Enea Bastianini: operazione in vista, quando rientrerà il pilota italiano

MotoGP, infortunio Enea Bastianini: il pilota preoccupa, ecco che cosa accadrà nei prossimi giorni. 

Doppia frattura per Enea nello scontro accaduto al GP di Catalogna con Bagnaia. Le ultimissime notizie non sono confortanti per il pilota italiano, che dovrà essere operato alla caviglia e alla mano.

Bagnaia infortunio
Bagnaia infortunio (Instagram)

Il campione del mondo ha perso il controllo della moto, atterrando rovinosamente a terra mentre tutte le altre moto stavano arrivando a pochi metri di distanza. Tra questi c’era Bastianini, che è scivolato insieme ad altri centauri e riportando diversi danni importanti. Pecco Bagnaia è stato travolto da una Ktm, come testimoniato dal comunicato ufficiale della Ducati: “Pecco Bagnaia ha riportato contusioni multiple, ma ulteriori controlli medici non hanno evidenziato fratture. Il campione del mondo in carica volerà in Italia con la squadra questa sera”.

MotoGP, infortunio Enea Bastianini: le ultimissime

Alla prima curva Enea Bastianini tocca il posteriore di Johann Zarco, avviando una carambola incredibile dove vengono coinvolti anche Gresini e Di Giannantonio oltre a Marco Bezzecchi. Nel post gara arriva poi il bollettino medico: “Bastianini ha riportato una frattura non scomposta del malleolo mediale della caviglia sinistra e una frattura sub-capitale del secondo metacarpo della mano sinistra. La mano e la caviglia sono state immobilizzate con il gesso. Nelle prossime ore dovrà sottoporsi a un intervento chirurgico alla caviglia e alla mano per accelerare i tempi di recupero”.

Bagnaia infortunio
Bagnaia infortunio (Instagram)

Nell’incidente, la Ktm di Brad Binder ha colpito il pilota Ducati sulla gamba sinistra, fortunatamente senza conseguenze letali visto l’alto rischio della dinamica. Portato immediatamente all’Hospital General de Catalunya di Barcellona, il danno subito sembra – fortunatamente – meno grave del previsto. Ora non resta che capire quali possono essere i tempi di recupero per il campione del mondo.

Sassarese classe ’85, nato il 5 febbraio come illustri calciatori, madre natura ha pensato bene di relegarmi a semplice commentatore del calcio giocato. Iscritto all’albo dei giornalisti pubblicisti ODG della Sardegna dal 2017, sono fiero ed orgoglioso di essere nato e cresciuto in questa terra meravigliosa. Interista dalla nascita, vivo nel ricordo del mito di Ronaldo il Fenomeno e delle imprese titaniche del ‘Triplete’ degli idoli Mourinho, Sneijder e Milito. Innamorato del fantacalcio, dei viaggi e del giornalismo calcistico, Sportnews mi ha dato modo di rivalutare il declino della Serie A con occhi diversi. Allenatore di calcio (UEFA C) e di calcio a 5, svolgo i due lavori che amo con assoluta passione e con tanta voglia di emergere.