Correre al caldo, cosa succede se lo fai: nessuno lo sapeva prima, assurdo

Una strategia sposata da molti ma dalla quale bisognerebbe tenersi alla larga, le conseguenze potrebbero essere rischiose

Correre al caldo
Correre sotto il sole (Foto pexels)

La corsa è una delle attività più facili, accessibili e adatta quasi a tutti, proprio per questo quando si parla di tornare in forma sono molte le persone che si affidano a questa disciplina. Per ottenere i risultati più veloci, ad ogni modo, molto spesso alcune persone tentano la via di sfruttare anche un altro fattore, ovvero le altre temperature, senza sapere però che questa prassi potrebbe essere molto pericolosa. Correre al caldo, infatti, espone il nostro organismo a diversi pericoli, ecco quali.

Corri al caldo? Attenzione! I risultati possono essere effimeri e la tua salute non ne gioverà

Correre al caldo
corsa col caldo (Foto pexels)

In questo periodo la morsa del caldo sta lasciando la nostra penisola, tuttavia, per chi pensa che sia finita qua, le previsioni sono pronte a smentire tutto. Nelle prossime settimane le temperature si manterranno alte, una buona notizia per gli amanti dell’estate, ma non per gli amanti delle cosette diurne.

Quando si decide di affrontare un allenamento, infatti, spingere il proprio corpo al limite esponendolo al calore può fare davvero male. La disidratazione è il nemico principale ma non solo, correre oltre i 35 gradi centigradi richiederà uno sforzo considerevole al nostro corpo per portare il sangue nelle diverse zone, in primo luogo per dissipare il calore e poi per rifornire di ossigeno ogni apparato.

Esistono anche lati positivi di questa pratica, come dimostrato da diversi studi che hanno evidenziato come un allenamento ad alte temperature, per un breve periodo di tempo, possa aumentare la nostra resistenza. In linea di massima, comunque, la percezione ben più accentuata della fatica che andremo a registrare potrebbe scoraggiarci e farci saltare qualche sessione in più, pesando negativamente sui bilanci totali.

Per mantenere una costanza di allenamento e favorire i risultati migliori, quindi, sarà meglio correre all’alba o al tramonto, soprattutto se non ci si sta allenando per una competizione ma solo per favorire la perdita di qualche chilo di troppo ed il benessere del proprio organismo.

Impostazioni privacy