Pancia piatta, come fare per averla per le vacanze: trucchetto super

Come avere la pancia piatta: vediamo come fare con gli esercizi proposti, info e consigli utili per ottenere risultati. 

Avere una pancia piatta è il sogno di molti, ma non sempre è facile raggiungerlo se non si compiono dei sacrifici. Con impegno, costanza e seguendo alcuni semplici consigli, è possibile ottenere risultati sorprendenti che possono permettervi di ottenere nuovamente una forma fisica di assoluto spessore.

Pancia piatta
Pancia piatta (Pixabay)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Per ottenere una pancia piatta non basta solo svolgere attività fisica ma anche e soprattutto mangiare bene: come sappiamo, una dieta sana ed equilibrata è strettamente collegata allo sport, poiché la combinazione di queste due situazioni si abbina perfettamente al benessere fisico. Per stare meglio fisicamente è importante ridurre l’assunzione di zuccheri, grassi e sale, favorendo l’ingerimento di alimenti ricchi di fibre come frutta, verdura, proteine e grassi buoni.

Contrariamente a quello che si pensa, fare la dieta non significa non mangiare, anzi, spesso e volentieri si mangia di più durante la giornata con pasti brevi e meno sostanziosi; la differenza la fa cosa si mangia, con porzioni più piccole e 5 pasti al giorno per stimolare continuamente il metabolismo e la digestione.

L’idratazione è un altro aspetto fondamentale e collegato strettamente: bere almeno 2 litri di acqua al giorno è fondamentale per mantenere il corpo idratato, eliminando così le tossine presenti quotidianamente nel nostro corpo.

Come avere la pancia piatta, cosa fare

Per avere la pancia piatta occorre svolgere attività fisica ma soprattutto lavorare molto sui muscoli addominali, anche se non deve essere l’unico esercizio da svolgere: in questo senso, gli esercizi cardio sono indicati perché bruciano i grassi e aiutano a dimagrire, magari anche grazie all’ausilio dei sollevamento pesi che inducono il corpo a lavorare anche dopo aver smesso di allenarsi. Ma se vogliamo sfoggiare degli addominali top, dobbiamo necessariamente lavorare su questi aspetti:

Il crunch è un esercizio classico in cui, da sdraiati, si mettono le mani dietro la testa e si solleva lentamente il busto. Consigliate tra le 15 e 20 ripetizioni con almeno 3 serie.

Il plank è un esercizio in cui gli avambracci sono posizionati a terra e le gambe sono ben distese e in tensione, creando una sorta di ponte e mantenendo una linea retta dalla testa ai piedi. Contraendo gli addominali, si deve mantenere la posizione il più a lungo possibile, stimando il tempo limite in 30-60 secondi.

Il leg raise è un altro esercizio proposto per il basso ventre, dunque per lavorare sugli addominali bassi: sdraiato e con le mani sui glutei, si sollevano le gambe per formare un angolo di 90 gradi, per abbassarle successivamente senza toccare terra e riportarle con un’intensità tale da far lavorare gli addominali bassi, senza correre il rischio di infortuni. Anche in questo caso 15-20 ripetizioni per 3 serie.

Corsa muscolatura pancia piatta
Corsa muscolatura pancia piatta (Pixabay)

Infine, è importante ridurre lo stress e garantirsi un sonno adeguato per permettere al corpo di rigenerarsi ed essere pronto a svolgere nuove performance di un certo tipo. Se non si riesce a dormire bene, il corpo ne risente e diventa difficile conservare i benefici del lavoro precedentemente svolto.

Impostazioni privacy