Ferrari, l’ultimo annuncio fa sperare i tifosi: cosa è successo

Cambio di rotta improvviso dai piani alti, trema la Red Bull, “I nuovi regolamenti colmeranno il gap!”

Ferrari, l'ultimo annuncio fa sperare i tifosi
Red Bull in pista (Foto IG)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

In Formula1 i cambiamenti, ormai, sono all’ordine del giorno e sono sempre atti a garantire uno spettacolo sempre maggiore. In questo momento, tuttavia, esiste un pericolo in grado di minare lo show e questo pericolo é rappresentato dal dominio assoluto della scena operato dalla Red Bull, una situazione che rischia di compromettere gli ascolti ed è probabilmente per questo che dai piani alti arriveranno le contromosse. Ad assicurare che il gap tra scuderie verrà colmato è stato proprio Stefano Domenicali, amministratore delegato di Formula1.

Domenicali spaventa la Red Bull, “I regolamenti finanziari saranno la chiave per ridurre il gap”

Stefano Domenicali
Stefano Domenicali (Foto Instagram)

Nessuno avrebbe immaginato un inizio 2023 come quello a cui abbiamo potuto assistere in Formula1, con la Red Bull che ha dominato le prime 5 gare con altrettante vittorie e 4 pole position. Una situazione pericolosa ma che sembra destinata a durare poco, almeno secondo quanto riportato da Stefano Domenicali in una recente intervista.

Di certo non si può intervenire sulle prestazioni di vetture e squadre, e non ci sono dubbi che la Red Bull abbia lavorato meglio di tutti gli altri, tuttavia sono sicuro che tramite le regolamentazioni finanziarie il divario tra le squadre sarà limato in breve tempo“. Queste le parole dell’amministratore delegato di Formula 1 rilasciate per il Financial Times, parole che dovrebbero forse far tremare la scuderia di Milton Keynes.

Ad ogni modo, per questa stagione almeno, sembra esserci poco da fare, il genio di Adrian Newey ha colpito ancora scuotendo il circus come solo lui è riuscito a fare negli ultimi decenni. Adesso bisognerà soltanto capire quanto durerà questo dominio, ma sembra chiaro che la FIA abbia tutto l’interesse di fermarlo quanto prima per ridare al pubblico il brivido di poter assistere alle gare della domenica senza sapere già in principio chi sarà il vincitore.

Impostazioni privacy