Buccia d’arancia, non buttarla mai via: ecco il motivo sorprendente

Buccia d’arancia, tutti siamo abituati a fare la stessa cosa ma può essere utile il contrario: non buttarla mai via, ecco perché. 

Buccia d'arancia
Buccia d’arancia (Pixabay)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

La buccia d’arancia potrebbe risultare utile per diversi scopi. Se il frutto in sé possiede delle proprietà davvero importanti per il nostro organismo, essendo ricco di vitamina C e di proprietà antiossidanti, anche la buccia può essere particolarmente utile da utilizzare per determinate situazioni. Ad esempio, possono essere utilizzate per fare delle conserve o per decorare dolci o gelati, ma è utile anche per creare delle marmellate o dei canditi.

Buccia d’arancia, perché è meglio non buttarla

Buccia d'arancia
Buccia d’arancia (Pixabay)

La buccia d’arancia si può utilizzare anche grattugiata, ridotte in polvere, sbriciolata e macinata, utile per fare i dolci. Inoltre, può insaporire la macedonia e le confetture oltre agli infusi. Si utilizza anche per insaporire zuppe, carne e pesce.

Tra i suoi benefici contrasta il colesterolo e aiuta la regolarità intestinale. Ha effetti benevoli anche contro le infezioni e aiuta a dimagrire e a combattere il mal di testa. Tuttavia, è un ottimo alleato anche contro raffreddore, bronchite o asma e schiarisce le macchie della pelle.

In sintesi, ha proprietà disintossicanti per tutto il nostro organismo e contrasta anche il gonfiore addominale, eliminando tutte le tossine. Per sfruttare appieno tutte queste proprietà, possiamo anche semplicemente masticarla; in questo modo aiuta ad eliminare i batteri presenti nella bocca dei batteri e combatte anche le macchie che possono colpire i denti.

Impostazioni privacy