Formula 1, novità importante sulla Ferrari in Arabia Saudita: tutti increduli

Ferrari tenta il tutto per tutto, pronta una grossa rivoluzione strutturale già nel prossimo weekend in Arabia Saudita, si torna a sperare?

Ferrari
Ferrari (foto instagram)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

La prima uscita stagionale delle due Ferrari non è stata di certo quello che ci si aspettava, Leclerc e Sainz hanno avuto le loro difficoltà nel trovare il passo con un margine da Aston Martin e Mercedes che non è sembrato essere rilevante come tutti immaginavamo. Le due rosse sembrano soffrire ancora di un elevato grado di degrado soprattutto sui pneumatici posteriori, aspetto sicuramente ancor più accentuato dalla pista di Sakir. Per questo ed altri motivi, dopo solo una settimana è già pronto un drastico cambiamento, ecco quale sarà.

Torna in pista l’ala a pilone singolo, elemento già visto nei tre giorni di test sulle due Ferrari

Ferrari
Ferrari (foto instagram)

A riportare la notizia è stata la Gazzetta Dello Sport e da quel che si apprende i tecnici della Ferrari sono tornati sull’idea dell’ala a pilone singolo, modifica già portata in pista durante i 3 giorni di test ma che poi era stata accantonata. Un tentativo in extremis per incrementare l’efficienza del fondo vettura ma che di certo non potrà da sola bastare per colmare il gap con le Red Bull.

Un piccolo upgrade che copia una soluzione già adottata proprio dai due tori e dalla Aston Martin in questa stagione che porterà i suoi benefici, per il futuro tuttavia saranno soluzioni ben più drastiche quelle che la Ferrari dovrà operare per fare il passo in avanti che tutti si aspettano.

Potrebbe interessarti anche>>>> Ferrari, che batosta: ufficiale la penalità per Leclerc, tifosi allibiti

Il circuito di Jeddah, ad ogni modo, è meno sfavorevole alla Ferrari rispetto a quello di Sakhir, sarà quindi questo un altro buon test per capire le vere potenzialità delle vetture. Con il danno che ormai è fatto, e ben rappresentato dallo strapotere in pista delle Red Bull, la Ferrari cerca ora di evitare a tutti i costi la beffa, che deriverebbe dal lasciare anche il secondo posto, uno scenario inimmaginabile dopo le ottime prospettive prestazionali portate alla luce di tutti.

Impostazioni privacy