Formula 1, caos Ferrari. “Non capisco..” Vasseur: dichiarazioni inequivocabili

Sbotta subito il team principal di Ferrari, l’atmosfera intorno a lui si è surriscaldata e Vasseur non ci sta! Dichiarazioni davvero inaspettate

Ferrari firma rivoluzione
Ferrari (foto Instagram)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

In questo weekend risponderanno ancora i motori delle auto di Formula1 nel Gran Premio di Arabia Saudita. L’inizio di stagione è stato decisamente complicato per la Ferrari e dopo la gara inaugurale la preoccupazione dei tifosi è tangibile. Non sembra tuttavia essere altrettanto preoccupato Frederic Vasseur, il team principal della scuderia di Maranello fa trapelare ottimismo sul futuro lasciando spiazzati tutti i presenti, ecco le sue dichiarazioni.

Vasseur frena gli allarmismi “È solo il primo GP, dimostreremo di cosa siamo capaci”

Ferrari addio doloroso
Vasseur (Foto da Instagram)

È bastato un solo gran premio per mandare in tilt i tifosi della Ferrari che, ad onor del vero, non sono gli unici preoccupati per quello che sembra essere un mondiale già scritto in cui la Red Bull farà il bello ed il cattivo tempo. Nello stato di ansia generale, tuttavia, è risuonare una voce serena e fiduciosa, quella di Frederic Vasseur.

Non capisco il perché di tanto allarmismo, è vero non abbiamo espresso il massimo delle nostre potenzialità ma è solo la prima gara, se guardiamo i dati raccolti dal simulatore e li confrontiamo con quanto messo sulla pista dobbiamo dire che non siamo messi male, durante la stagione dimostreremo a tutti di cosa siamo capaci“. Queste le parole del team principal di Ferrari, parole che possono riportare forse un pò di serenità nell’ambiente devastato da quanto visto in Bahrein.

Potrebbe interessarti anche>>>> F1, Lewis Hamilton in Ferrari: colpo da sogno, gli ultimi aggiornamenti

Una rondine non fa primavera, due tori tuttavia sembrano dominare il mondiale, su questo c’è poco da discutere dopo il quasi secondo al giro impartito a tutti dalla scuderia di Milton Keynes. L’impressione è che si giocheranno due mondiali differenti e che le emozioni maggiori arriveranno da dietro dove tra Aston Martin, Mercedes e Ferrari un vero dominatore sembra ancora non essere emerso.