Qatar 2022, frase shock dell’ambasciatore: la reazione è clamorosa – VIDEO

Qatar 2022, frase shock dell’ambasciatore: la reazione è clamorosa – VIDEO. Ecco che cosa è successo durante l’intervista a Khalid Salman. 

ambasciatore Khalid Salman dichiarazioni shock
ambasciatore Khalid Salman (screen Twitter)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Il Mondiale in Qatar è ormai imminente e tutte le nazionali sono ormai prossime a presentarsi nelle migliori condizioni possibili per ben figurare alla manifestazione. Tuttavia, come sappiamo ormai da anni, nel paese arabo ci sono state enormi polemiche sui diritti umani che spesso sono stato calpestati: denunce su denunce su tantissime attività e comportamenti decisamente discutibili che sono stati aspramente contestati da parte degli addetti ai lavori e non solo.

Come se non bastasse, proprio a ridosso dell’evento, c’è un altro argomento che fa discutere e che rischia di diventare un nuovo caso legato al ‘mondiale maledetto’: si tratta delle dichiarazioni shock dell’ambasciatore dell’evento, alias Khalid Salman, che è stato intervistato dalla tv tedesca ZDF, la quale ha immediatamente interrotto l’intervista dopo le frasi incriminate.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Fantacalcio, 5 attaccanti da schierare per il 14° turno di A

Qatar 2022, frase shock: intervista interrotta immediatamente

“L’omosessualità è un disturbo mentale” queste le parole pronunciate da Khalid Salman per il documentario “Geheimsache Qatar”: “Bisogna accettare le nostre regole qui, molte cose arriveranno nel Paese durante i Mondiali. Sui gay la cosa più importante è che tutti accettino le nostre regole. I bambini non devono vedere i gay perché imparerebbero qualcosa che non va bene” riporta ‘La Gazzetta dello Sport’.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Fantacalcio, 5 portieri da evitare per la 14ª giornata di Serie A

“Dichiarazioni del genere sono terribili e anche per questo stiamo lavorando affinché in futuro la situazione possa migliorare anche in Qatar”. Con queste parole si è espressa la ministra dell’Interno della Germania Nancy Faeser. Basterà per scongiurare una ‘guerra’ diplomatica di cui tutti avremmo voluto fortemente farne a meno?