Radiocronaca Kvaratskhelia, il commento dello ‘scandalo’: “Chiedo scusa!”

Radiocronaca Kvaratskhelia, il commento dello ‘scandalo’: “Chiedo scusa!” Ecco che cosa è successo durante l’ultimo match europeo del Napoli. 

Khvicha Kvaratskhelia
Khvicha Kvaratskhelia (screen Instagram)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Il Napoli di Spalletti vola spedito verso il primo posto in campionato e verso gli ottavi di finale di Champions League, obiettivo già conquistato dopo aver disputato un clamoroso girone. Gli azzurri sono primi nel gruppo A e a punteggio piano, in virtù delle vittorie contro Ajax, Rangers e Liverpool, quest’ultime due attese nelle gare di ritorno. Con 12 punti è già matematicamente qualificata alla seconda fase, un ottimo piazzamento visto che il gruppo si preannunciava particolarmente duro sulla carta.

L’uomo in più di Spalletti è stato senza dubbio il georgiano Kvaratskhelia, al quale sono bastate veramente pochissime partite per far dimenticare Insigne. L’ex capitano è ormai uno sbiadito ricordo dinnanzi alle magie e alla qualità dell’ex Rubin Kazan, appena 21enne.

Potrebbe interessarti anche >>> Polveriera Juventus, giocatori contro Allegri: esonero inevitabile

Radiocronaca Kvaratskhelia, il commento di Repice

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da SSC Napoli (@officialsscnapoli)

Kvara, classe 2001, sta spopolando in maniera decisa e sta conquistando tutta Europa, decisamente impressionata dalla voglia di emergere di questo ragazzo che sta facendo di tutto per diventare un top player assoluto nel suo ruolo. E qualcuno sembra aver addirittura ‘esagerato’ nei paragoni, tanto da doversi ‘scusare’ per l’entusiasmo che ha suscitato: si tratta del mostro sacro delle radiocronache Francesco Repice, che come riporta ‘AreaNapoli.it’ ha sentito il bisogno di fare chiarezza su quanto dichiarato in diretta radio.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Quanto costerebbe l’esonero di Allegri: Agnelli disperato, bilancio in rosso

“Probabilmente in radiocronaca ho esagerato ma guardando dal vivo la partita al Maradona ho espresso il mio giudizio con il cuore. Chiedo scusa a chi non è d’accordo, però rimango convinto del paragone azzardato perché più vedo giocare Kvara, più mi viene alla mente George Best. Per me è un giocatore di un’altra categoria, ne sono convinto” ha concluso.

Impostazioni privacy