Arrestato ex big della Roma: tifosi stupiti, la motivazione è clamorosa

Arrestato ex big della Roma: tifosi stupiti, la motivazione è clamorosa. Vicenda decisamente sorprendente per la dinamica: la ricostruzione. 

Tifosi Roma arrestato ex big
Tifosi Roma (screen Instagram)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Ha fatto sicuramente molto clamore la notizia dell’arresto dell’ex idolo della tifoseria della Roma, un profilo che ha scritto pagine importanti della storia giallorossa con Spalletti in panchina: si tratta dell’ex Cagliari ed Inter Radja Nainggolan, profilo che ha spesso fatto discutere per i suoi eccessi e le sue dichiarazioni sempre fuori dalle righe. Dai comportamenti discutibili extra campo, il belga ha lasciato un ricordo importante durante la sua esperienza con la Roma.

Il centrocampista, oggi all’Anversa, è stato arrestato dalla polizia poiché la sua patente non risulta valida. Come riferisce ‘Het Nieuwsblad’, la stessa gli era stata ritirata tempo fa ma non ha superato l’esame per riottenerla, dunque il fermo è stato pressoché immediato e la sua auto è attualmente sequestrata.

Potrebbe interessarti anche >>> Abraham nell’oblio, pronto a lasciare la Roma, momento difficilissimo

Arrestato ex big della Roma: la ricostruzione

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da AS Roma (@officialasroma)

Questa è solo l’ultima ‘Nainggolata’ del centrocampista, un giocatore che negli anni ha spesso infranto le regole extra campo comportandosi come meglio credeva, anche esagerando. Dal fumo all’alcol, dalle uscite e ai ritardi, a Roma e a Milano è sempre stato uno spirito libero che gli ha permesso di vivere momenti anche estremi che ha poi pagato in campo con prestazioni non all’altezza della situazione.

Potrebbe interessarti anche >>> Paura in casa Juventus, rapina a mano armata: la polizia sventa il colpo

Seppur a Roma sia stato un idolo indiscusso e uno dei migliori centrocampisti del campionato italiano sotto la gestione Spalletti, Nainggolan ha cominciato a calare dal suo trasferimento a Milano, un giocatore non più determinante e totale come si era visto a Roma.