Nazionale | L’amichevole con la Moldavia decisiva per il Mondiale

Domani sera la Nazionale giocherà l’amichevole con la Moldavia. Mancini vuole concentrazione: la gara conta tanto per il ranking Mondiale

Nazionale | L'amichevole con la Moldavia decisiva per il Mondiale
Mancini allenamento (Getty Images)

L’Italia calcistica è sempre più nel caos ma, nonostante i problemi legati al Covid e tutte le polemiche relative a Juventus-Napoli, la Nazionale tornerà in campo domani per affrontare la Moldavia in amichevole.

La gara precede le due sfide di Nations League contro Polonia ed Olanda e sarà un’occasione utile per effettuare alcuni test e vedere in campo i giocatori che dovranno convincere il tecnico in ottica Europei.

Mancini, però, non vuole assolutamente che l’Italia sottovaluti la gara. La Fifa, infatti, tiene conto anche dei match amichevoli nel computo del ranking Mondiale e gli azzurri dovranno ottenere più successi possibili da qui a fine novembre per scalare la classifica.

Nazionale, il ranking si decide in 6 gare

Nazionale | L'amichevole con la Moldavia decisiva per il MondialeRoberto Mancini (Getty Images)

Dopo l’esclusione dalla Coppa del Mondo del 2018 e le brutte eliminazioni ai gironi nel 2010 e nel 2014 la Nazionale vuole tornare protagonista ai Mondiali in Qatar.

Per garantirsi però la prima fascia e un girone più agevole l’Italia deve rimanere tra le prime 10 squadre in Europa.

Al momento gli azzurri occupano il settimo posto europeo, mentre per quel che riguarda il ranking mondiale sono dodicesimi.

Oltre alle tre sfide già citate, prima del sorteggio dei gironi ci saranno altre 3 partite: a novembre l’amichevole con l’Estonia a Firenze (l’11), poi il ritorno di Nations League in casa con la Polonia a Reggio Emilia (il 15) e a chiusura la trasferta contro la Bosnia (il 18).

Mancini, orfano dei giocatori del Napoli e anche degli juventini Chiellini e Bonucci, darà spazio ai giocatori del Sassuolo in avanti, mentre c’è da registrare tra i convocati il ritorno di Lazzari che è in ottima forma e spera di riprendersi il posto sulla fascia destra.

Sarà un bel duello con Florenzi, che sembra rigenerato dall’esperienza al PSG.

I.M.

Impostazioni privacy