Ciclismo | Giro d’Italia 2020: Demare re della prima volata

Giro d’Italia 2020: Arnaud Demare conferma di essere il re dei velocisti per questione di millimetri su Sagan e Ballerini. Geraint Thomas ritirato

Giro d’Italia 2020, Arnaud Demare prima vittoria (Getty Images)

Sette italiani nei primi dieci, ma la quarta tappa del Giro d’Italia 2020 parla francese. Arnaud Demare uno dei pochi velocisti veri al via e lo ha dimistrato a Villafranca Tirrena vincendo uno sprint bellissimi con i primi tre separati da millimetri. Alle sue spalle Peter Sagan, secondo come era già successo domenica dietro a Ulissi, e Davide Ballerini. E poi Andrea Vendrame quarto, Elia Viviani quinto, Stefano Oldani sesto, Davide Cimolai settimo, Filippo Fiorelli nono ed Enrico Battaglin decimo.

Giro 2020, sul percorso sempre una festa (Getty Images)

Incredibile invece quello che è successo nel finale della tappa. Due atleti della Vini Zabù, tra cui Luca Wackermann, sono caduti per delle transenne volate forse a causa (come sostiene Angelo Citracca, team manager della squadra) dell’elicottero riprese che volava troppo basso.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Ciclismo | Giro d’Italia 2020: Caicedo sull’Etna, Nibali ride

Giro d’Italia 2020, Geraint Thomas out a causa di una microfrattura e domani ancora salita

Giro d’Italia, oggi non è ripartito Geraint Thomas, uscito malconcio dopo la caduta e la sofferenza della terza tappa. In realtà il gallese della Ineos Grenadier avrebbe voluto prendere il via ma gli esami hanno confermato una microfrattura del bacino, inutile rischiare. “Frustrante tornare a casa così perché avevo dedicato così tanto lavoro per preparare questa gara”.

Il Giro d’Italia ripartirà domani, 7 ottobre, con  una delle tappe più lunghe: è la
Mileto-Camigliatello Silano, 225 km con arrivo in provincia di Cosenza. Un ulteriore step rispetto ai primi giorni, ma soprattutto nel finale la salita silana al Valico di Montescuro di 1^ categoria. La salita misura quasi 25 km con punte al 18%. La vetta è a meno di 12 km dalla fine e quindi molti velocisti potrebbero essere tagliati fuori.

Domani però è in programma anche la Freccia del Brabante, semiclassica belga che vedrà al via tra gli altri Julian Alaphilippe, Mathieu Van der Poel, Alexander Kristoff, Sonny Colbrelli, Matteo Trentin.

Impostazioni privacy