Pallanuoto | Rinviate tre partite della serie A1 maschile. E la femminile?

La Federazione Italiana Nuoto ha deciso di rinviare tre partite della prima giornata del campionato di Serie A1. Anche nella femminile c’è un caso di positività al Covid-19

Pallanuoto

La pallanuoto era tornata in vasca con la Coppa Italia, sia maschile che femminile, senza alcun tipo di accorgimento per quanto riguarda la prevenzione al Covid-19. Tanti gli atleti della serie A1 maschile che sono risultati positivi dopo il campanello di allarme lanciato dal Telimar per la positività del centroboa Francesco Paolo Lo Cascio.

Il primo caso anche nella femminile: la dottoressa Giulia Carotenuto, bandiera del CSS Verona

Giulia Carotenuto
Giulia Carotenuto durante la premiazione ai Campionati Mondiali Master a Gwangju

E mentre la Federazione Italiana Nuoto decide di rinviare tre partite della serie A1 maschile (Metanopoli-Telimar, Brescia-Roma e Posillipo-Quinto) scatta l’allarme anche per la pallanuoto femminile dopo che Giulia Carotenuto, atleta della CSS Verona, è risultata positiva al tampone.

La CSS Verona aveva partecipato lo scorso weekend alla prima fase di Coppa Italia, quindi probabilmente tutte le giocatrici del girone di Padova saranno sottoposte a tampone.

Ma perché non farlo prima? E se si ricomincia e dovessero esserci altre positività, quale sarà il protocollo da seguire? 

 

a cura di Eliana Acampora

Impostazioni privacy