Suarez, la procura FIGC apre inchiesta su esame truccato

La Procura delle Figc ha aperto un’inchiesta sulla vicenda Suarez. Il capo della procura della Federcalcio, Giuseppe Chinè, ha chiesto gli atti dell’indagine della magistratura ordinaria di Perugia

Suarez, la procura FIGC apre inchiesta su esame truccato
Suarez, la procura FIGC apre inchiesta su esame truccato (Getty)

La FIGC apre un’inchiesta sul presunto esame truccato di Luis Suarez. La Procura della Federcalcio ha chiesto gli atti alla magistratura di Perugia per indagare sull’esame “fasullo” sostenuto dall’attaccante del Barcellona per acquisire la cittadinanza italiana. Secondo l’Ansa, il capo della Procura Federale, Giuseppe Chinò, ha chiesto gli atti per poter aprire l’indagine nell’ambito sportivo. Una vicenda che ora si sdoppia: sia dal punto di vista della giustizia ordinaria che di quella sportiva. Nel caso sarebbe coinvolta la Juventus, con un ruolo ancora da chiarire: ma il club bianconero sarebbe intervenuto nell’organizzazione dell’esame, essendo direttamente interessata a far acquisire la cittadinanza italiana al calciatore.

Ti potrebbe interessare anche – Suarez, esame di italiano falsato: indaga la Finanza. Le intercettazioni

Caso Suarez: la Figc apre inchiesta sull’esame “truccato”

Suarez, esame di italiano falsato: indaga la Finanza
Suarez, esame di italiano falsato: indaga la Finanza (Getty)

Suarez, fino a pochi giorni fa, era un obiettivo di mercato dei bianconeri, ma non poteva essere tesserato in quanto extra comunitario (è di nazionalità uruguaiana), l’unico modo per prelevarlo era farlo “diventare” comunitario. L’esame serviva proprio a questo. L’attaccante ha superato l’esame (in modo sospetto) ma la Juventus non ha poi proceduto al suo ingaggio. Una vicenda con molti aspetti da chiarire, anche alla luce delle intercettazioni pubblicate dal “Corriere della Sera”, tra uno dei legali della Juventus, la dottoressa Turco, e il direttore dell’ateneo di Perugia per concordare l’esame di Suarez.

Leggi anche – Caso Suarez | Esame falsato, l’ironia del web non perdona (FOTO)

Impostazioni privacy