Calciomercato Milan | Donnarumma a rischio, cifra pazzesca

Calciomercato Milan, il rinnovo di Gigio Donnarumma allarma i tifosi. Il portierone andrà in scadenza a giugno, Raiola spara alto

Donnarumma Milan mercato rinnovo
Mercato Milan, Gigio Donnarumma futuro a rischio (Getty Images)

Gigio Donnarumma e il Milan, un matrimonio destinato a durare anche dopo giugno 2021, o forse no. Quella è la data di scadenza, almeno dell’attuale contratto che lega il portiere napoletano ai rossoneri. Lo sanno tutti, per primo Mino Raiola che ne cura gli interessi e ha sparato altissimo per il suo assistito.

La richiesta del manager è chiara: Donnarumma, per età e prestazioni, è un top player e come tale deve essere pagato. Quindi la base della trattativa è 10 milioni di euro netti a stagione e da lì non si schioda. Il Milan è certamente dispostto ad aumentyare lo stipendio attuale, pari a 6 milioni netti a stagione, inserendo bonus legati a obiettivi singoli e di squadra, ma non vuole arrivare a quelle cifre.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:  Calciomercato Milan | Visite mediche per il nuovo portiere

Donnarumma può liberarsi dal 1° febbraio, le alternative per il Milan

Paolo Maldini e Fréderic Massara, responsabili mercato al Milan (Getty Images)

Di fatto, le richieste di Raiola hanno congelato la trattativa e per il momento non ne parla nessuno. Lo faranno certamente dopo il 5 ottobre, giorno finale dell’attuale sessione di mercato, ben sapendo che febbraio è vicino. E in caso di mancato accordo, dal 1° febbraio Gigio Donnarumma sarà libero di trattare anche con altri esistermarsi. Secondo alcuni esperti di mercato, come Alfredo Pedullà, i 10 milioni sarebbero già garantiti dalla Juventus, che così potrebbero garantirsi presnete e futirpo come avevano fatto con Buffon all’epoca.

Alex Meret, uno dei candidati post Donnarumma (Getty Images)

Sullo sfondo c’è anche la possibilità che il Milan decida di blindarsi con una clausola rescissoria importante, dai 50 milioni in su, anche se a Raiola la soluzine non poace. Intanto però il club non può permettersi di rimanere senza alternative. Un paio di ci sono in Italia, come Alex Meret che a Napoli partirà di nuovo in ballottaggio con  Ospina ma cerca un posto da titolare fisso. Oppure Alessio Cragno, a caccia di esperienze più probanti dopo il Cagliari.

Impostazioni privacy