Serie A | Il Napoli risponde a Maradona: “Nostra dimenticanza, chiediamo scusa”

All’indomani delle dichiarazioni di Maradona, il Napoli ha ammesso di aver dimenticato di celebrare il trentesimo anniversario della vittoria in Supercoppa.

Sono ancora in tempo. Oggi è il trentesimo anniversario della partita di Supercoppa del 1990, che vincemmo contro la…

Gepostet von Diego Maradona am Dienstag, 1. September 2020

Diego Armando Maradona ieri ha celebrato il trentesimo anniversario della vittoria in Supercoppa Italiana contro la Juventus, partita vinta 5-1 dagli azzurri, che rappresenta l’ultimo trofeo vinto nel periodo d’oro del Pibe. L’ex stella argentina, attraverso i propri canali social, ha postato un paio di foto dell’epoca, aggiungendo di essere amareggiato per il comportamento del Napoli, che non ha ricordato l’anniversario. Maradona ha ringraziato tutti i suoi compagni di squadra, elencandoli tutti ed ha ricordato con orgoglio l’ultimo trofeo alzato in maglia azzurra.

Maradona contro il Napoli, arriva la risposta del club partenopeo.

Dopo le parole di Diego Armando Maradona, che ha esternato tutta la sua delusione nei confronti della sua ex squadra per non aver ricordato il trentesimo anniversario della vittoria in Supercoppa Italiana contro la Juventus, è arrivata la risposta del Napoli. Il club del presidente De Laurentiis ha ammesso di aver dimenticato la ricorrenza e ha chiesto scusa a Maradona e ai tifosi, che in buona parte non hanno preso bene questa negligenza del club.

Diego Armando Maradona con la maglia del Napoli
Diego Armando Maradona con la maglia del Napoli

Battaglia diritti televisivi, De Laurentiis risponde a Prima Comunicazione

Attraverso Twitter, Aurelio De Laurentiis ha voluto rispondere a Prima Comunicazione, che aveva anticipato alcune indiscrezioni sulla volontà del presidente del Napoli di proporre un canale della Lega che avrebbe portato circa 4 miliardi di introiti ai club di Serie A. Ecco le parole di Aurelio De Laurentiis: “Vorrei dire a Prima Comunicazione che l’informazione seria non si basa sulle indiscrezioni, per questo non ho messo da parte il mio piano. Lunedì sono arrivate le offerte da parte dei fondi alle quali se ne sono aggiunte anche altre. E’ necessario che la Lega Calcio guardi al futuro, per questo bisogna studiare queste offerte e sedersi a tavolino per discuterle con le controparti”.