Tour de France | Primoz Roglic, primo squillo da big

Tour de France: il primo arrivo in salita chiarisce subito le gerarchie e lancia Primoz Roglic che lancia un messaggio a tutto il gruppo

Primoz Roglic vince a Orcières Merlette (Getty Images)

Il Tour de France 2020 comincia a parlare sloveno e non sarà nemmeno la prima volta. É bastato che la strada cominciasse a salire e Primoz Roglic ne ha approfittato subito. Il leader della Jumbo Visma ha conquistato la quarta tappa a Orcières-Merlette, primo vero arrivo in salita di questa edizione

Lui, abituato a saltare dal trampolino (lo ha fatto fino a 18 anni), è planato sul traguardo con una potenza quasi imbarazzante per gli altri. Alle sue spalle il connazionale Tadej Pogacar e il francese Guillaume Martin. Julian Alaphilippe, quinto al traguardo, mantiene la maglia gialla per il terzo giorno consecutivo. Egan Bernal invece ha chiuso al settimo posto. Solo 23esimo Damiano Caruso, mentre Pozzovivo e Aru hanno rimediato più di 1 minuto.

ORDINE D’ARRIVO

1 PRIMOŽ ROGLIC (TEAM JUMBO – VISMA) 04h07’47”
2 TADEJ POGACAR (UAE TEAM EMIRATES) st
3 GUILLAUME MARTIN (COFIDIS) st
4 NAIRO QUINTANA (TEAM ARKEA – SAMSIC) st
5 JULIAN ALAPHILIPPE (DECEUNINCK – QUICK – STEP) st
6 MIGUEL ANGEL LOPEZ (ASTANA PRO TEAM) st
7 EGAN BERNAL (INEOS GRENADIERS) st
8 THIBAUT PINOT (GROUPAMA – FDJ) st
9 MIKEL LANDA (BAHRAIN – MCLAREN) st
10 ADAM YATES (MITCHELTON – SCOTT) st
23 DAMIANO CARUSO (BAHRAIN – MCLAREN) + 28”
30 DAVIDE FORMOLO (UAE TEAM EMIRATES) + 57”
35 DOMENICO POZZOVIVO (NTT PRO CYCLING TEAM) + 01’15”
36 FABIO ARU (UAE TEAM EMIRATES) + 01’17”

CLASSIFICA GENERALE

1 JULIAN ALAPHILIPPE (DECEUNINCK – QUICK – STEP) 18h07’04”
2 ADAM YATES (MITCHELTON – SCOTT) + 04”
3 PRIMOŽ ROGLIC (TEAM JUMBO – VISMA) + 07”
4 TADEJ POGACAR (UAE TEAM EMIRATES) + 11”
5 GUILLAUME MARTIN (COFIDIS) + 13”
6 EGAN BERNAL (INEOS GRENADIERS) + 17”
7 TOM DUMOULIN (TEAM JUMBO – VISMA) st
8 ESTEBAN CHAVES (MITCHELTON – SCOTT) st
9 NAIRO QUINTANA (TEAM ARKEA – SAMSIC) st
10 MIGUEL ANGEL LOPEZ (ASTANA PRO TEAM) st

Tour, tutti i big sono arrivati insieme (Getty Images)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Tour de France | Caleb Ewan fulmine a Sisteron, domani montagne

Settimana Coppi e Bartali, dominano gli stranieri. Mareczko, tris in Ungheria

Prima giornata della Settimana Internazionale Coppi e Bartali nel segno delle sorprese e della conferme. La semitappa del mattino a Gatteo è stata vinta in volata dal 19enne olandese Olav Kooij del Team Jumbo Visma Continental (il prossimo anno passerà professionista). Ha preceduto Ethan Hayter (Ineos Grenadiers) e Phil Bauhaus (Bahrain Mclaren). Vittoria della Deceuninck Quick Step nella seconda semitappa, una cronosquadre sempre a Gatteo, in 14’32” con 8”sulla Ineos Grenadiers e 11” sulla Bora Hansgrohe. Il 23enne danese Mikkel Frolich Honore’è è il nuovo leader.

Jakub Mareczko, tripletta in Ungheria (Getty Images)

Tripletta invece per Jakub Mareczko (CCC Team), bresciano che ha nello sprint il suo esercizio migliore, al Giro di Ungheria. Nella quarta frazione ha preceduto nell’ordine Leipins e David Van der Poel.

Infine il favoritissimo britannico Tom Pidcock ha imposto la sua legge nel primo arrivo in salita del  Giro d’Italia Giovani U23. Sul traguardo di Bolca ha staccato tutti nell’ultima salita andando a prendersi anche la Maglia Rosa. Secondo Kevin Colleoni (Biesse Arvedi) che chiude al secondo posto, anticipando Giovanni Aleotti (Team Friuli).

Impostazioni privacy