Atletica | Filippo Tortu vince il derby con Jabobs

Atletica: Filippo Tortu vince il derby italiano nei 100 metri con Marcell Jabobs sulla pista svizzera di La Chaux de Fonds, il tempo è normale

Filippo Tortu (Getty Images)

Atletica, un Ferragosto di impegni per i velocisti italiani in trasferta sulla pista svizzera di La Chaux de Fonds. La gara più attesa era quella dei 100 metri, con il derby tra Filippo Tortu e Marcell Jacobs che ha offerto emozioni ma non tempi eccellenti.

Dopo due buone prestazioni nelle qualifiche, in finale Tortu ha messo la testa davanti a  in 10″18 (in batteria 10″16). Sul traguardo ha preceduto l’olandese Joris Van Gool (10″20) e il ghanese Sean Safo Antwi (10″21). Fuori dal podio Marcell Jacobs che dopo il 10.20 della batteria ha  corso in 10″23.

Filippo Tortu torna in pista e a fine gara ha detto di essere soddisfatto: “Posso fare sicuramente meglio, ma è una stagione particolare. Pian piano sto arrivando alla forma ideale, faccio un passo alla volta”. Dalla Svizzera comunque buone notizie per Fausto Desalu che ha vinto i 200 i 20″36 con la migliore prestazione europea dell’anno. Inoltre  Vladimir Aceti ha vinto i 400 in 45″65.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Atletica | Torna il “Palio città della Quercia”, Iapichino la stella

Atletica, nella Diamond League a Montecarlo un record del mondo e uno europeo

Emozioni molto diverse ieri sera nella prima tappa della Diamond League 2020 di atletica leggera a Montecarlo. Su tutte il record del mondo sui 5000 metri firmato dall’ugandese Joshua Cheptegei. L’ugandese in 12’35″36 si è migliorato di oltre 21 secondi lasciandosi alle spalle i keniani Nicholas Kimeli e Jacob Krop.

Joshua Cheptegei, record del mondo nei 5000 metri (Getty Images)

Ma non solo, perché il norvegese Jakob Ingebrigtsen ha stabilito il nuovo record europeo dei 1500 metri in 3’28″68, battendo di 13 centesimi il tempo realizzato da Mo Farah sette anni fa. Armand Duplantis nell’asta ha confermati di essere il più forte superando i 6.00 metri (5.50 per Claudio Stecchi).

Nelle altre gare, bene lo statunitense Noah Lyles nei 200 metri in 19″76 così come il suo connazionale Donavan Brazier negli 800 in 1’43″15 sugli 800. E spettacolo di Karsten Warholm  sui 400  ostacoli con un clamoroso 47″10, settimo tempo al mondo di sempre.

Impostazioni privacy