Formula 1 | Barcellona, Hamilton e Bottas non lasciano spazio

Formula 1 Barcellona, la prima giornata di Libere ha confermato lo strapotere delle Mercedes di Hamilton e Bottas. Max Verstappen terzo incomodo

Formula 1 Barcellona: Lewis Hamilton è davanti a tutti (Getty Images)

A Barcellona il weekend del GP di Formula 1 di Spagna fa registrare in apertura la doppietta Mercedes, con Lewis Hamilton davanti a Valtteri Bottas. Un segnale forte dopo i problemi di domenica scorsa a Silverstone, quando a vincere era stato Max Verstappen.

Proprio l’olandese della Red Bull, con il terzo tempo e un ottimo passo in vista della gara (domenica alle 15.10 in diretta su Sky Sport), proverà ad inserirsi. Nelle prove Libere di Barcellona, la migliore delle Ferrari è quella di Charles Leclerc sesto dietro alla sorpresa della Haas di Romain Grosjean.

Solo dodicesimo invece  Sebastian Vettel. Il passo gara della SF1000, soprattutto quelli del monegasco, è apparso piuttosto buono. Quindi se domani le Qualifiche non penalizzeranno troppo le Rosse, in gara ci sarà da divertirsi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:  Formula 1 | Binotto e Horner contro Mercedes e Racing Point

Barcellona, le posizioni di Binotto e Wolff sulla modifica delle mappature

Max Verstappen alle prove libere del Gp d'Austria
Max Verstappen (Getty Images)

Barcellona, a tenere banco però sono il mercato piloti e le modifiche alle mappature delle vetture che potrebbero scattare già al Gran premio di Spa tra due settimane. Mattia Binotto ha detto di essere sereno sul futuro di Vettel che non andrà via prima di finire il contratto: “Tra noi e Seb le cose stanno andando benissimo, all’interno della squadra  lavoriamo con trasparenza e non abbiamo mai pensato di doverlo sostituirlo“.

Poi il team principal ha parlato del famigerato ‘party-mode’, la mappatura che fa volare Mercedes in prova. Ha sottolineato come tra qualifiche e gara in Ferrari ci sia poca differenza sul giro, quindi non saranno danneggiati.

Charles Leclerc (Getty Images)

Toto Wolff, suo omologo in Mercedes, l’ha presa con filosofia:  “In Formula 1 è sempre successo che cerchino di rallentare i leader. Il cambiamento è qualcosa di positivo per lo sport, lo vediamo questa cosa come una bella sfida. Abbiamo una mappatura che ci permette di dare qualcosa in più nell’ultima sessione. Se non sarà più possibile, non è un problema“, ha detto a Sky Sport.

Impostazioni privacy