Motori | Morto a 86 anni Tino Brambilla, ex pilota F1 e Moto

Tino Brambilla, ex pilota di moto e Formula 1, si è spento a 86 anni. Negli anni ’60 passò dalle moto alle automobili, guidando anche la Ferrari

Morte Tino Brambilla
Tino Brambilla (Facebook)

Giornata di lutto nel mondo dei motori. Si è spento ad 86 anni Ernesto “Tino” Brambilla, ex pilota di Moto e Formula 1 a cavallo tra gli anni ’50 e gli anni ’60. Nato a Monza, era il fratello maggiore di Vittorio, anche lui pilota di Formula 1, scomparso nel 2003. Tino, malato da tempo, si è spento nella sua abitazione lombarda. La coppia di fratelli era una vera istituzione nel mondo dei motori: inutile fare paragoni con le più moderne generazioni, ai tempi scendere in pista con moto e automobili significava essere dei veri eroi e sfidare la velocità e la morte in ogni gara.

LEGGI ANCHE >>> MotoGP | Jarvis non ha dubbi: “Rossi può ancora vincere il titolo”

Tino Brambilla, dalle moto alla Ferrari

Morte Tino Brambilla
Tino Brambilla (Facebook)

Ernesto Brambilla ha esordito sulle due ruote nel 1953 nel campionato nazionale, categoria 125 cc, in sella alla Rumi, vincendo 4 gran premi. L’anno successivo passò alla Mv Augusta, vincendo il titolo di terza categoria. Successivamente, sempre con il costruttore italiano, conquistò sul finire degli anni ’50 due titoli italiani Juniores categoria 250 cc. Poi il salto in 500 con la Bianchi, con la quale vinse il titolo nel 1961. Nel 1963 il passaggio alle 4 ruote. Nel 1968 conquistò il campionato italiano di Formula 3 che gli valse il passaggio in Ferrari. Il patron Enzo gli affidò una vettura in Formula 2 e Brambilla non lo deluse, arrivando terzo nel campionato europeo. Nel 1969 la grande occasione: Ferrari gli propose di pilotare la rossa nel Gp di Monza, ma il pilota dovette rinunciare a causa di un banale incidente in moto avvenuto qualche giorno prima della corsa. Resterà per sempre nel cuore della sua gente e del mondo dei motori.

Impostazioni privacy