Home Calcio Sarri, vola da Ronaldo e chiama De Ligt. Full-immersion juventina

Sarri, vola da Ronaldo e chiama De Ligt. Full-immersion juventina

CONDIVIDI
Maurizio Sarri, Juventus
Maurizio Sarri, Juventus

Sarri entra subito in sintonia con il gruppo

Prima il volo in Costa Azzurra per salutare CR7 e magari farsi anche un bagno refrigerante nel blu francese. Sarri mangia calcio, dorme e sogna calcio. Un maniaco della sua professione che però non disdegna la fantasia dei suoi gioielli, lasciandoli anche liberi di improvvisare e liberare il loro istinto.
Il prossimo passo è il contatto fisico e mentale con il giovane olandese dell’Ajax. Il tulipano De Ligt è in via di definizione e presto sarà della comitiva bianconera. Lo squillo telefonico che ha fatto Sarri al forte centrale difensivo è l’ennesima dimostrazione di gruppo unito e solido, senza corsie preferenziali.
A Napoli non era così con tutta la rosa, ma solo con i titolari. Vedremo se anche a Torino ci saranno altri e nuovi scontenti come Giaccherini in maglia azzurra.
Il dialogo alla cornetta è stato prettamente tattico. Spiegazioni, approfondimenti e spiegazioni per entrare subito in sintonia per non perdere tempo. Un democratico sul filo.
Sarri è disponibile al dialogo ed in questo ricorda Boskov, il tecnico serbo ascoltava i pareri di tutto lo spogliatoio ma poi alla fine decideva lui.
E’ pronto il rilancio dei mancini Dybala e Douglas Costa. I due sudamericani e la loro ripresa sono uno dei crucci che più intasano le notti del tecnico toscano. Ma senza creargli intoppi difficili da gestire, anzi lui è cervellotico ma non troppo schematico e quindi limitato.
Calciomercato Inter: Barella sempre più vicino, intesa trovata col Cagliari
Sarri è stato criticato da alcuni tifosi perché è volato in Grecia ad incontrare Cristiano Ronaldo. Secondo il loro parere, un allenatore non dovrebbe andare a domicilio a presentarsi e parlare con i suoi giocatori, ma dovrebbe essere il contrario.

Sarri, non piange il telefono

Vecchia scuola e vecchie maniere, come il dare sempre del Lei ai calciatori. Una forma di rispetto ma anche una sostanza che nel tempo produce i suoi frutti. Ognuno ha il suo metodo e Sarri ha preferito oppure è stato consigliato di raggiungere i suoi ragazzi per confrontarsi e capire le loro ambizioni, emozioni e problematiche. Sarri moderno? Sarri comunista? Tutto vero, ma funzionerà alla Juventus?


ROMA LUSITANA: Fonseca: “Roma, possiamo già vincere. Dzeko? Voglio solo giocatori motivati”

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore