Home Calcio ESCLUSIVA/ Fabrizio Corsi: “Sarri merita la Juventus. Il mio Empoli si salverà”.

ESCLUSIVA/ Fabrizio Corsi: “Sarri merita la Juventus. Il mio Empoli si salverà”.

CONDIVIDI
Fabrizio Corsi Presidente Empoli
Fabrizio Corsi Presidente Empoli.

E’ al vertice del club da 28 anni, conosce meglio di chiunque altro Maurizio Sarri. Fabrizio Corsi, Presidente dell’Empoli, parla in ESCLUSIVA a Sportnews.eu. L’attuale allenatore del Chelsea, tra i principali candidati per sostituire Massimiliano Allegri alla Juventus, fece il suo esordio in serie A proprio sulla panchina dei toscani nella stagione 2014/2015.

Presidente, che tipo di allenatore è Maurizio Sarri ?

“E’ un tecnico molto preparato, appassionato del proprio lavoro, anzi fissato. Lo vive in maniera viscerale, solo quando dorme non ci pensa. Non è giovane anagraficamente ma lo è come idee rispetto a tanti suoi colleghi”.

Cosa risponde a chi lo definisce un integralista tattico?

“Lui lavora durante tutta la settimana e la domenica i giocatori applicano alla perfezione ciò che fanno in allenamento. Vuole sempre imporre il proprio gioco, senza rapportarsi all’avversario. Non so se questo significhi essere integralista”.

Secondo lei è da Juventus?

Sì, merita una squadra come la Juventus. Me lo auguro per lui ma anche per noi che l’abbiamo scoperto. All’Empoli si è affermato definitivamente”.

Come avvenne il suo ingaggio?

“In realtà me lo propose il mio ex ds Marcello Carli. Ci parlai un paio d’ore e mi convinse subito. Mi colpì la sua grande conoscenza della materia”.

Crede che il suo passato nel Napoli, da “nemico” dei bianconeri, possa in qualche modo condizionarlo?

“No. Magari non saranno contenti i tifosi del Napoli, ma Sarri è giusto che faccia le sue scelte”.

>> Se vuoi rimanere aggiornato sul meglio delle notizie di Sport >> CLICCA QUI

Spesso il tecnico del Chelsea viene messo in discussione per i suoi comportamenti poco ortodossi. Si dice che non abbia stile…

“Lui è apparentemente spigoloso, ma in realtà è molto determinato ed ha una capacità comunicativa importante. Riesce ad entrare nella testa dei giocatori, anche di quelli più affermati. Questo era l’aspetto su cui potevano esserci dubbi, ma li ha dissipati.

Domenica ultimi novanta minuti di campionato, a San Siro contro l’Inter del suo ex allenatore Spalletti. L’Empoli si salverà?

Credo nella salvezza. Siamo in un buon momento di forma e andiamo a San Siro senza timori. Abbiamo dato filo da torcere a tutte le big e qualche gara l’abbiamo persa immeritatamente. Le migliori prestazioni le abbiamo fatte proprio contro le squadre più importanti, anche per questo sono fiducioso”.

Le società importanti l’hanno contattata per i suoi “gioiellini”?

“Sì, ma adesso dobbiamo pensare alla sfida di domenica. Del mercato parleremo dopo il campionato”.

Leggi anche – Jorginho: “L’addio di Sarri mi sorprenderebbe. Io con lui alla Juventus? Ho 4 anni di contratto”.