Il Tottenham non vince il titolo di campione d’Inghilterra dal 1961. Solo un fulmine li vinse

Il Tottenham che vinse il double 1960-61, una stagione memorabile
Il Tottenham che vinse il double 1960-61, una stagione memorabile

Si, solo un fulmine li vinse. Come il fato vinse il Grande Torino, anche il Tottenham possiede una storia tragica alle spalle. Gli Spurs hanno vinto il loro ultimo titolo di campioni d’Inghilterra nel lontano 1960/61. In quella fantastica stagione, arrivò anche il successo a Wembley in FA Cup che sancì il “double” grazie al 2-0 al Leicester City. Erano anni roventi per lo “sperone caldo“. Successi in serie, gioco duro ma sempre elegante, condito dalla vittoria in Coppa delle Coppe 1963 con un roboante 5-1 ai danni dell’Atletico Madrid in quel di Rotterdam, uno stadio “la vasca” molto amato dai club inglesi spesso vincitori di coppe europee nello stadio del Feyenoord.

Gli Spurs del mitico manager Bill Nicholson, del capitano “made in BelfastDanny Blanchflower e del bomber Jimmy Greaves. Anche il rude Dave Mackay si faceva notare, uno che prese per il collo anche un certo Billy Bremner!

Ma non solo. La mezzala scozzese John White (nella foto è il secondo da sinistra seduto) spesso protagonista con reti decisive in campionato, FA Cup e coppe europee. Uno dei maggiori artefici dei successi dal 61 al 63.

White come White Hart Lane, la casa del Tottenham. White ovvero bianco, come la candida maglia del club. Un destino nel nome ed un destino beffardo per lui e per gli Spurs che proprio dal 1961 non vincono il campionato nonostante milioni di sterline spesi per migliorare la squadra. Da Modric, Waddle e Gazza, da Ginola e Rebrov fino a Ricky Villa e Ardiles.

John Anderson White, nato il 28 aprile 1937 a 10 km da Edimburgo, dopo cinque anni trascorsi a Londra con la maglia bianca del Tottenham, reti e coppe in serie, il 21 luglio 1964 si trovava in borghese a giocare a golf in un parco di Enfield nel nord di Londra, il Crews Hill Golf Course. Appena 12 mesi dopo il magico trionfo olandese. Il cielo era grigio argento, e le nuvole all’improvviso rovesciarono il solito temporale estivo. White si riparò sotto un grande albero ma il destino volle che un fulmine lo illuminò per sempre.

Fresco di matrimonio con Sandra e con due piccoli bambini, se ne andò alla fatidica età di 27 anni, come molte star della musica. Ben 180 presenze e 40 reti con il Tottenham e 22 caps con la nazionale scozzese condite da 4 reti.

Sono passati 58 anni, sarà finita questa lunga ed estenuante attesa? Anche Blackburn e Leicester ci sono riusciti…

LEGGI ANCHE: Tottenham, Pochettino punge il club: “Senza acquisti non si vince”.

 

 

 

Impostazioni privacy