Napoli, esonero Walter Mazzarri: rivelazione assurda, scelto già il sostituto

Bufera in casa Napoli, sembra che Aurelio De Laurentiis abbia già pensato chi chiamare dopo Mazzarri se la squadra non vincerà sabato

Esonero Mazzarri De Laurentiis Napoli Giampaolo
Walter Mazzarri-(Sportnews.eu)

Non c’è aria tranquilla a Napoli, dove la squadra campione d’Italia si trova desolatamente al 9° posto e dista ben 7 punti dal Bologna ora al quarto posto utile per l‘ingresso in Champions League. 

Il Napoli di Walter Mazzarri fatica a creare azioni da gol, si affida sempre più al genio ed al talento di Kvaratskhelia ma la squadra in generale fatica a girare.

Sabato gli azzurri giocheranno al Maradona contro l’ostico Genoa di Alberto Gilardino per poi affrontare il Barcellona mercoledì agli ottavi di finale di Champions League.

Ma, il futuro di Walter Mazzarri, sarà sicuro a Napoli? I tifosi sono anche delusi da come il tecnico toscano dispone la squadra. 

Giampaolo al posto di Mazzarri!

Esonero Mazzarri De Laurentiis Napoli Giampaolo
Marco Giampaolo-(Sportnews.eu)

Un fulmine a ciel sereno si è abbattuto sul Napoli, infatti il, presidente azzurro Aurelio De Laurentiis starebbe pensando di rivoltare ancora una volta le carte in tavola e effettuare un ulteriore cambio.

Girano voci insistenti di un nuovo esonero se la squadra non vincerà sabato con il Genoa: Marco Giampaolo potrà subentrare a Walter Mazzarri.

Il tecnico classe 1967, che ebbe ottimi risultati con Siena e Sampdoria è sempre stato apprezzato dal produttore cinematografico che gradiva il suo modo di giocare molto offensivo.

Segnato futuro di Mazzarri?

Walter Mazzarri ottenne la prima vittoria dopo l‘esonero di Rudy Garcia il 25 novembre nell’ostico campo di Bergamo battendo per 1-2 l’Atalanta e da allora gli azzurri non hanno segnato più un gol in trasferta.

La cosa non piace né ai tifosi né tantomeno a De Laurentiis che è un appassionato del bel gioco. Mazzarri in questi mesi ha totalmente stravolto il gioco e lo schema del Napoli, con difesa a 3, centrocampo a 5 e 2 punte.

Squadra più coperta che invece di proporre calcio pensa a difendersi e non è un bell’indizio. Il Napoli a Roma con la Lazio non effettuò un tiro in porta e domenica col Milan ha regalato un tempo ai rossoneri.

Poche volte sono stati utilizzati i nuovi acquisti Ngonge e Dendoncker e a De Laurentiis questo scarso minutaggio non va giù. Il Napoli ormai non ha nulla da perdere e pensare a difendersi non è il pensiero giusto.

Le squadre davanti corrono mentre gli azzurri che lo scorso anno volavano ora tentennano. I tifosi si pongono la domanda: “Come giocheremo col Barcellona?”

Il futuro di Walter Mazzarri dipende quindi dalla gara con il Genoa e dallo scontro contro una big d’Europa il Barcellona.

Esperienze in ambito teatrale come attore, laureto all'Orientale di Napoli in Traduzione ed Interpretariato lingua portoghese. Passione per giornalismo sportivo, soprattutto per il calcio.