Lecce – Juventus, quella volta che Konan fece piangere i tifosi bianconeri – VIDEO

Domani al “Via del Mare” di Lecce andrà in scena il posticipo tra Lecce e Juventus, con i bianconeri che seguono l’Inter

Juve-Lecce impresa 2004 vittoria
Axel Konan-(Sportnews.eu)

Interessante partita prevista per domani sera alle 20.45 tra il Lecce di Roberto D’Aversa che cerca di mantenere le distanze sulla zona salvezza e la Juventus di Massimiliano Allegri che è sempre alle calcagna dell’Inter capolista.

I salentini sono a 21 punti in classifica con 4 punti sulla quartultima, il Verona e dovranno cercare di conquistare più punti possibili per restare in una zona tranquilla. I bianconeri invece, se vincono possono sorpassare l’Inter che lunedì sarà impegnata nella finale di Supercoppa Italiana contro Il Napoli dopo aver battuto facilmente la Lazio per 3-0.

Ma non sarà una partita facile per i bianconeri, il Via del Mare è uno stadio ostico per tutte le big.

L’impresa del Lecce a Torino

Juve-Lecce impresa 2004 vittoria
Ernesto Chevanton-(Sportnews.eu)

Sono 43 i precedenti in generale tra Lecce e Juventus, contando anche le partite di Coppa Italia ed il bilancio come si può prevedere è nettamente a favore dei bianconeri che hanno ottenuto 29 vittorie e solo 4 sconfitte.

Una di queste avvenne il 25 aprile del 2004, quando la Juventus giocava ancora al “Delle Alpi” stadio costruito per i Mondiali del 1990 poi demolito per l'”Allianz Stadium”. I giallorossi erano allenati da Delio Rossi, tecnico che ha sempre dato fastidio alle grandi della Serie A con un gioco propositivo e mai rinunciatario.

I tifosi del Lecce ricorderanno per sempre quella partita, quando i salentini espugnarono per 3-4 lo stadio bianconero. Un match che resterà negli annali del calcio anche grazie ai gol ed alle emozioni che regalò.

Konan, incubo per la Juve

La Juventus allenata da Marcello Lippi poteva disporre di un attacco atomico, con Del Piero, Nedved che avrebbe vinto il Pallone d’Oro e David Trezeguet che dopo appena 3 minuti portò in vantaggio i padroni di casa.

Ma il Lecce non stette a guardare e non aveva intenzione di subire un’imbarcata e dopo una ventina di minuti riuscì a pareggiare con Franceschini. La partita non fu un dominio juventino, anzi giallorossi ribaltarono il risultato con l’ivoriano Axel Konan che fulminò Gigi Buffon.

I tifosi bianconeri non potevano credere a ciò che accadeva e mentre la Juventus tentava di rimettere le cose a posto, verso la fine del primo tempo, ancora Konan siglò l’incredibile rete del 3-1 per i pugliesi.

La Juve uscì tra i fischi dei suoi tifosi increduli a ciò che stava avvenendo. Nella ripresa Marcello Lippi cambiò l’assetto della Juve con alcuni cambi, per poter pareggiare la gara, ma il Lecce entrò con la testa giusta in campo ed al 52° minuto l’uruguayano Ernesto Chevanton segnò il 4-1.

Chi l’avrebbe mai pensato prima? La Juventus non mollò e dopo 4 minuti Maresca segnò il 4-2 permettendo alla Juve di poter credere nella rimonta ed infatti all’80° minuto Alex Del Piero siglò il 3-4 nella speranza di poter almeno pareggiare.

Gli ultimi 10 minuti furono un assalto juventino verso la porta del lecce difesa da Sicignano che evitò i tentativi del pareggio juventino.

Quando l’arbitro Paparesta di Bari, fischiò la fine i giocatori e gli assistenti di Delio Rossi si riversarono in campo a festeggiare con i circa 2000 tifosi giallorossi presenti nel settore ospiti. Un’impresa quella del Lecce che mai verrà dimenticata, con una tranquilla salvezza anche grazie a quei 3 punti.

Esperienze in ambito teatrale come attore, laureto all'Orientale di Napoli in Traduzione ed Interpretariato lingua portoghese. Passione per giornalismo sportivo, soprattutto per il calcio.