Alimentazione e sport: quante mandorle mangiare dopo l’allenamento

Le mandorle possono fare fruttare al meglio i tuoi allenamenti, ma dovrai mangiarne la quantità giusta!

quante mandorle mangiare dopo l'allenamento
Le mandorle fanno bene (sportnews.eu)

Le mandorle sono un frutto spesso sottovalutato ma che dovrebbe in realtà essere presente in tutte le diete quotidiane. Queste perle di dolcezza e gusto non sono solo buone ma fanno anche bene, portando al corpo vitamine e grassi buoni oltre che Omega 3 e minerali vari. Questo alimento non a caso è inserito quasi in ogni dieta come snack gustoso, salutare e ricco, anche nella dieta degli atleti, che siano professionisti o meno. Sono in molti però ad interrogarsi su quale sia il quantitativo perfetto di mandorle da mangiare per prendere solo il meglio che questo frutto sa offrire, finalmente però sembra essere arrivata una risposta definitiva che è stata addirittura pubblicata sulla rivista Neuroscience News.

57 grammi dopo lo sport, questa la quantità perfetta di mandorle che farà rendere al massimo i tuoi allenamenti!

quante mandorle mangiare dopo l'allenamento
Mandorle sgusciate da mangiare (sportnews.eu)

Come già detto prima le mandorle rappresentano una vera perla offerta dalla natura in grado di apportare diversi benefici, nessuno però aveva forse mai testato tali benefici con tanto rigore così come è stato fatto dall’Almond Board of California, una sperimentazione che ha coinvolto 38 uomini e 26 donne di età tra i 30 ed i 65 anni, mai impegnati in attività sportiva regolare prima dei test.

Dei partecipanti metà è stato sottoposto ad una dieta che comprendeva le mandorle, mentre l’altra metà ha formato il gruppo di controllo che ha mangiato regolarmente le classiche barrette ai cereali da dopo allenamento. A questo punto tramite il prelevamento di campioni di sangue e urina nelle 4 settimane si è potuto verificare ciò che stava succedendo, ottenendo risposte davvero inaspettate.

Quel che è emerso, infatti, è che la presenza di Ossilipina nelle mandorle ha avuto un effetto benefico sulla salute metabolica e sulla regolazione energetica. “Il gruppo che ha mangiato 57 grammi di mandorle dopo l’allenamento per un mese presentava valori migliori nel sangue, un minor affaticamento ma anche una sensibile diminuzione del danno muscolare“.

Anche i partecipanti stessi, sottoposti ad un questionario dopo ogni settimana di test, hanno confermato quanto visto dalle analisi, ovvero un sensibile miglioramento del tono muscolare ed una riduzione della fatica, nonostante non fossero abituati prima all’esercizio fisico. Una scoperta sensazionale, a che se in effetti ogni nutrizionista non ha mai smesso di promuovere questo alimento per le proprietà benefiche sul metabolismo e sull’organismo in generale.

Chiunque avesse dubbi sul reale vantaggio che questo frutto può offrire dovrà dunque ricredersi, mangiare 57 grammi di mandorle al giorno fa davvero bene, che sia dopo l’allenamento o per uno spuntino salutare poco importa, basta provare per riscontrare su se stessi i tanti vantaggi che questo seme può regalare.

Pubblicista da sempre amante dello sport, soprattutto delle sfaccettature meno evidenti che spesso vengono difficilmente trasmesse al grande pubblico. Il mio obiettivo è quello di trasferire la mia passione per lo sport agli altri, soprattutto accendendo un faro sui retroscena apparentemente insignificanti ma che, come spesso accade, regolano questo mondo particolare.