Svolta storica, arriva l’Open Var: ecco il primo audio svelato da Rocchi

Su Dazn è stato fatto ascoltare il dialogo tra arbitro e assistenti video: il caso del gol di Vlahovic in Juventus-Lazio ha fatto molto discutere…

Dialoghi arbitro var
Arbitro Maurizio Mariani (Ansa)

E’ arrivata la svolta storica. Con l’accordo tra Dazn e la Figc ogni giornata verranno trasmessi i dialoghi tra arbitri e assistenti video nel momento in cui viene presa una decisione. Un modo ancora più limpido per mostrare ai tifosi il momento in cui gli arbitri si confrontano durante un caso dubbio. Niente diretta, ma solamente una registrazione che viene spiegata dal designatore degli arbitro Gianluca Rocchi.

Juventus-Lazio, il caso del gol di Vlahovic: ecco gli audio inediti

Vlahovic gol Juventus-Lazio audio var
Vlahovic (Instagram)

Il primo caso preso in esame è stato il gol di Vlahovic segnato in apertura di match contro la Lazio. Nessuna infrazione da parte dell’attaccante serbo, ma la lente di ingrandimento è stata posta sul possibile pallone uscito sulla linea laterale. Il salvataggio di McKennie ha sollevato diverse polemiche nel postpartita, con la Lazio che ha deciso per il silenzio stampa come forma di protesta riguardo la decisione. Il match è poi terminato per 3-1 in favore dei bianconeri. L’epoca dell’ “Open Var” è iniziata ufficialmente ieri, domenica 24 settembre, quando Rocchi ha fatto ascoltare su Dazn i dialoghi tra l’arbitro Maresca e gli assistenti video.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Tonali, prime difficoltà: non convince i tifosi ma Howe…

Si sente il guardalinee urlare: “Buona, buona, buona”. Il Var non sembra dello stesso avviso: “Possibile pallone fuori”. Ma poi si esaminano tutte le immagini, comprese quelle del fuorigioco semiautomatico: “Dammi le epts. Dalle epts non è chiaro, sembra buono. No, non c’è evidenza. La prospettiva non c’è. Fabio, Massi, il gol è regolare”. Non essendoci evidenza, come da protocollo, si mantiene la decisione iniziale presa in campo. Rocchi ha quindi spiegato la motivazione della decisione: “Si tratta di un caso limite, con una valutazione complessa. Irrati ha cercato la verità, cerca in tutti i modi una camera che può dargli la certezza. Non avendo la certezza, concede il gol“.

Impostazioni privacy