Krunic ko, Pioli ha una pazza idea per sostituirlo: giocatore pronto al rilancio

Dopo la batosta nel derby il Milan è tornato alla vittoria contro il Verona grazie al gol di Leao, ma ha perso il regista per un problema muscolare

Pioli Adli regista sostituto Krunic
Mister Pioli (Foto instagram)

L’imperativo era vincere e l’obiettivo è stato raggiunto. Pur senza brillare il Milan ha battuto il Verona nel match di sabato a San Siro e ha messo alle spalle la batosta subita nel derby la settimana scorsa. Decisivo il gol di Leao in apertura di partita che ha consentito ai rossoneri di rimanere a -3 dall’Inter, vittoriosa con lo stesso risultato a Empoli. Ora per la squadra di Pioli ci sarà l’esame Cagliari nel turno infrasettimanale.

Milan in emergenza: Krunic out, per sostituirlo Pioli avrebbe in mente una pazza idea

Stefano Pioli Adli sostituto Krunic
Stefano Pioli (Instagram)

Nel match contro i gialloblu l’allenatore ha optato per un cambio modulo, passando dal 4-3-3- al 3-4-3, optando per una difesa più solida e un centrocampo a due formato da Krunic e Rejinders. Proprio il bosniaco, sempre utilizzato in questo inizio di stagione, ha però avvertito un problema muscolare che l’ha fatto uscire prematuramente dal campo. Non dovrebbero esserci lesioni, ma rischia di rimanere fuori circa dieci giorni. Per questo il tecnico deve fare attente valutazioni sui prossimi impegni: proseguire con il 3-4-3 che ha portato i tre punti e quindi con due centrocampisti in mediana che sarebbero Rejinders e Loftus-Cheek, oppure tornare al 4-3-3 e quindi con l’inserimento di un nuovo centrocampista.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Fantacalcio, 5 attaccanti da non schierare per il 6° turno di Serie A

Qualora si scegliesse questa seconda opzione le ipotesi sono due: o l’olandese ex Az in cabina di regia con l’inglese e Musah mezzali, oppure una pazza idea che stuzzica da molto l’allenatore. Potrebbe infatti toccare a Yacine Adli. L’ex Bordeaux è alla sua seconda stagione al Milan e finora ha solamente collezionato 140 minuti con la maglia rossonera. Arrivato come trequartista, quest’estate è stato più volte provato come regista e la società ha deciso di trattenerlo, dimostrando di puntare su di lui. E ora potrebbe essere arrivato il suo momento.

Impostazioni privacy