Milan, Pioli perde due big: le loro condizioni

Milan, Pioli perde due big: ecco chi sono i due big che hanno dovuto lasciare il campo nel corso della gara contro il Newcastle. Le loro condizioni

Oltre al danno, la beffa: il Milan non solo non riesce a battere il Newcastle nella prima gara in Champions della stagione, ma perde anche due big per due problemi fisici accusati durante il secondo tempo.

Milan infortuni
Milan infortuni (Instagram)

Eppure, nonostante lo 0-0 deludente solamente per non aver concretizzato le innumerevoli occasioni da gol, i tifosi e lo stesso Pioli possono comunque essere sollevati dalla reazione avuta post derby: il gruppo squadra ha dimostrato di possederà maturità, rispondendo alla grande dopo il clamoroso 5-1 di sabato sera.

Tuttavia, non può bastare per cancellare l’umiliazione subita, oltretutto dopo aver tirato in porta 25 volte senza segnare non solo per merito del portiere, ma soprattutto per degli errori da matita rossa (incredibile Leao, per intenderci) che sono costati una vittoria che sembrava scontata, almeno a giudicare dall’andamento della gara.

Milan, Pioli perde due big: si attendono gli esami

Ma come dicevamo in apertura, questa gara porta in dote due infortuni che preoccupano Pioli e l’ambiente: gli esami strumentali evidenzieranno eventuali danni a Loftus-Cheek e Maignan, che hanno chiesto il campo durante la ripresa per due problemi muscolari.

Mike Maignan infortunio
Mike Maignan infortunio (Instagram)

Il centrocampista ha chiesto subito il cambio dopo aver sentito tirare al flessore: nel post partita si ipotizzavano crampi ma a Milanello si chiariranno meglio le sue condizioni con gli esami strumentali. All’80’ è toccato a Maignan, che si è accasciato a terra a palla lontana senza alcun sforzo fisico: anche in questo caso si parla di un possibile risentimento al flessore sinistro, seppur nel post gara Pioli ha usato parole rassicuranti:Maignan ha sentito qualcosa ma dalle sue sensazioni potrebbe non essere qualcosa di molto grave, mi fido di lui ma dovremmo indagare per capire meglio. Qualora si renda necessario il riposo forzato, possiamo contare sull’apporto di Sportiello di cui mi fido molto” ha concluso. 

Sassarese classe ’85, nato il 5 febbraio come illustri calciatori, madre natura ha pensato bene di relegarmi a semplice commentatore del calcio giocato. Iscritto all’albo dei giornalisti pubblicisti ODG della Sardegna dal 2017, sono fiero ed orgoglioso di essere nato e cresciuto in questa terra meravigliosa. Interista dalla nascita, vivo nel ricordo del mito di Ronaldo il Fenomeno e delle imprese titaniche del ‘Triplete’ degli idoli Mourinho, Sneijder e Milito. Innamorato del fantacalcio, dei viaggi e del giornalismo calcistico, Sportnews mi ha dato modo di rivalutare il declino della Serie A con occhi diversi. Allenatore di calcio (UEFA C) e di calcio a 5, svolgo i due lavori che amo con assoluta passione e con tanta voglia di emergere.