Coppa Davis, l’esordio dell’Italia è una Caporetto: umiliazione dal Canada

A Bologna gli azzurri vengono triturati dalle seconde linee nordamericane che dominano ogni incontro: ora il cammino per Malaga si fa duro

Sonego Italia-Canada Coppa Davis sconfitta
Lorenzo Sonego (Foto da Instagram)

Un esordio peggiore non ci sarebbe potuto essere. L’Italia inizia il suo cammino in Coppa Davis con una sconfitta pesantissima, contro un avversario decisamente alla portata. Il Canada, imbottito di seconde o forse addirittura terze linee (out Auger Aliassime e Raonic, non utilizzato Shapovalov), passeggia a Bologna sui resti degli azzurri. Prestazioni quasi incommentabili della squadra di Volandri se si analizzano i match e chi i giocatori si trovavano al di là della rete. Un 3-0 che non ammette repliche.

Sonego e Musetti disastrosi, il doppio non convince: così non va

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da We Are Tennis Italia (@wearetennisita)

Il primo match in programma era quello che vedeva di fronte Lorenzo Sonego e Alexis Galarneau, 200 al mondo che non ha ancora vinto un match a livello a Atp. Tutti si aspettano che possa essere una formalità per l’azzurro e invece si sbagliano. Il torinese va avanti di un break e va a servire per chiudere il primo set, ma perde il servizio sul più bello. Da lì si spegne la luce: perde il primo parziale al tiebreak (10-8) e non riesce a recuperare nel secondo: soffre il gioco del canadese e non riesce mai ad essere incisivo. Il break subito nel quinto gioco è decisivo e Galarneau chiude 6-4. Ci si attende quindi la riscossa guidata dall’azzurro con il best ranking, Lorenzo Musetti. Opposto al carrarino c’è Gabriel Diallo, 21enne e numero 158 al mondo, che a Toronto ha colto il primo successo sul circuito contro Daniel Evans. Ma è buio pesto: il classe 2002 prova a rimanere in piedi ma non si regala mai nessuna palla break. Al canadese basta strappare due volte il servizio, una per set, per chiudere in meno di un’ora e mezza con il punteggio di 7-5 6-4. Così ai nordamericani va il primo punto del torneo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Con la vittoria allo Us Open altro primato di Djokovic: record incredibile

L’ultimo match, quello di doppio, è inutile per il risultato finale, ma potrebbe tornare importante in caso di classifica avulsa. Ma anche in questo caso non va per il verso giusto. La coppia scelta dal capitano Volandri è formata da Simone Bolelli e, un po’ a sorpresa, da Matteo Arnaldi che affrontano il duo Galarneau-Pospisil. Gli azzurri vincono il primo set al tie break ma poi vengono rimontati perdendo i successivi parziali 6-4 7-6. Ora l’Italia scenderà nuovamente in campo venerdì contro il Cile, un impegno sulla carta decisamente più complesso rispetto a quello contro i nordamericani: non è più consentito sbagliare.

Impostazioni privacy