Fantacalcio, cosa abbiamo capito dopo le partite di Coppa Italia

Se le big hanno il percorso spianato fino gli ottavi, le piccole di Serie A devono scalare il monte da ben prima. Vediamo dunque cosa abbiamo capito in ottica Fantacalcio dopo le prime partite di Coppa Italia.

fantacalcio
Fantacalcio, cosa abbiamo capito dopo le partite di Coppa Italia delle piccole (foto da Canva)

Il campionato inizierà tra pochi giorni ma abbiamo potuto assistere a qualche antipasto calcistico nello scorso weekend. È andato infatti in scena il primo turno di Coppa Italia che ha visto sfidarsi alcune squadre di Serie B, le tre neopromosse in Serie A ed altre compagini della massima lega nostrana. Alcuni verdetti hanno confermato le previsioni come ad esempio l’Udinese che passeggia per 4-1 nella sfida contro il Catanzaro. Altri invece ci hanno sorpreso come ad esempio l’Empoli che si fa buttare fuori dalla competizione a vantaggio del Cittadella. Questi match comunque ci hanno detto diverse cose in ottica Fantacalcio: entriamo nel merito dell’argomento.

Fantacalcio, cosa abbiamo capito dopo le partite di Coppa Italia delle piccole

Iniziamo da una realtà che ha sempre portato ottimi risultati al Fantacalcio, ossia il Sassuolo. I neroverdi faticano nei 90 minuti contro il Cosenza ma nei supplementari dilagano vincendo la partita per 2-5. Molto bene Bajrami, listato centrocampista: potrebbe passare inosservato vista l’annata non strepitosa della scorsa stagione. Pinamonti, Maxime Lopez e Laurientè sono apparsi abbastanza scarichi. Menzione d’onore a Mulattieri: potrebbe rubare il posto a Pinamonti nel giro di qualche partita. Come ultimo slot in attacco è una scommessa da non sottovalutare.

mulattieri fantacalcio
Mulattieri con la maglia del Sassuolo (foto di U.S. Sassuolo da Facebook)

Passiamo alla Salernitana che fatica in casa contro la Ternana. Il solito Candreva aiuta la propria a passare il turno: grazie ad una sua rete, i Granata del Sud battono la Ternana. Per quanto riguarda il Fantacalcio? Trasferitisi altrove Piatek e Bonazzoli, avrà molto più spazio Botheim. Alle giuste cifre, è un colpo ottimo. I trequartisti però sono il punto forte di questa squadra: Candreva e Kastanos come centrocampisti potrebbero portare numerosi bonus. Ricordiamo che Dia è infortunato e dunque non prenderà parte nemmeno alla prima di Serie A.

Il Lecce passa per 1-0 sul proprio campo contro il Como. Strefezza è stato schierato come attaccante centrale ed ha faticato notevolmente. Una punta però arriverà dal mercato. Pongracic in difesa sembra assai roccioso, ottimo per il modificatore. Almqvist, a segno, appare una scommessa prelibata.

Genoa, Cagliari ed Empoli

Trasferiamoci a Genova: i rossoblu vincono con il brivido contro il Modena per 4-3. Retegui è la punta di diamante di questa squadra: due gol per l’attaccante. All’asta però verrà pagato una follia.

Mateo Retegui
Mateo Retegui (Insatgram)

Tanta roba anche Gudmundsson, anche lui a segno. Stessa storia di Retegui: verrà overprezzato nelle aste. Assolutamente da evitare la difesa, troppo ballerina.

Il Cagliari non ha entusiasmato. Riesce a vincere contro il Palermo solamente al 123′ dei supplementari. Pavoletti sbaglia un rigore ed Oristanio come punta non dà ottime vibes. Luvumbo invece entra dalla panchina e divarica il match. Consigliatissimi per i sardi i terzini che sembrano spingere molto sulle fasce.

Infine capitolo Empoli. I toscani escono a testa bassa contro il Cittadella con un punteggio di 2-1. Rischiano tantissimo la retrocessione nella prossima stagione. Della formazioni si salva solo Caputo, andato in gol nel primo tempo. Ci aspettavamo più dal nuovo innesto Gyasi e dal terzino sinistro Ebuehi.

Impostazioni privacy