Ferrari, arriva l’accusa senza precedenti. “Stanno imbrogliando”: caos nel paddock, cosa succede

Polemiche intorno alla Ferrari, in seguito alle qualifiche del GP d’Austria che si terrà domani al Red Bull Ring

Finalmente la Ferrari, si sta facendo valere, ieri infatti, nelle prove di qualifica sul circuito austriaco di Spielberg, le due vetture di Charles Leclerc e Carlos Sainz, hanno ottenuto due posti in pole position alle spalle dell’imprendibile Max Verstappen.

Polemiche intorno alla Ferrari
Sainz e Leclerc in pole position-(Foto Instagram)-sportnews.eu

Secondo il monegasco, terzo Sainz, quindi, la Ferrari, domani potrebbe essere una spina nel fianco per la Red Bull, che ha intenzione di trionfare per la nona gara consecutiva dinanzi ai suoi tifosi. Ma ci sono delle polemiche in corso. Cosa sta succedendo?

“La Ferrari imbroglia!”

Dopo il Gp di Montreal in Canada, di due settimane fa, bisogna riconoscere che la Rossa guidata da Charles Leclerc, sta avendo un’ottima ripresa. Anche i test effettuati in settimana, con il filming-day di Carlos Sainz, hanno mostrato dei cambiamenti con delle modifiche su cofano ed ala anteriore.

Ma secondo gli avversari, la Ferrari, non doveva tenere i test sul circuito di Spagna per poter ottimizzare e migliorare la SF-23 e quindi apportare sostanziali rettifiche tecniche per il prossimo Gran Premio austriaco.

Polemiche intorno alla Ferrari
La FIA non invia ispettori-(Foto Instagram)-sportnews.eu

Attenzione però, sono polemiche che il vento soffierà via. Infatti la FIA, non vieta test ed al momento non ha fatto partire indagini né ha inviato propri ispettori per controllare la situazione.

La Rossa, quindi, non ha violato nessuna regola, di introdurre nuove parti sulla propria vettura. Le altre scuderie, inoltre, non hanno neanche inviato proteste né reclami ufficiali, quindi, per il momento risulta tutto regolare.

Il fastidio delle concorrenti sta sulla questione che la “Ferrari ha violato lo spirito dei regolamenti”, facendo solamente pressione su una questione puramente etica e di lealtà sportiva.

Le rivali, infatti, sapendo del filming-day effettuato dalla Rossa, protestano sul fatto che i test, vanno effettuati solo sulle condizioni dei pneumatici, e non su altre zone della monoposto.

 

Impostazioni privacy