Allenamento, ecco i falsi miti: cosa evitare se vuoi dimagrire

Cosa evitare se vuoi dimagrire: ecco che cosa fare per cercare di migliorare la propria forma fisica, i consigli e le info utili. Ecco come fare per perdere peso e ritornare finalmente in forma: tutte le pratica utili e performanti allo scopo in questo articolo. 

Forma fisica cosa evitare
Forma fisica cosa evitare (Pixabay)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Per dimagrire occorrono due considerazioni generali: allenarsi e mangiare bene. Due elementi imprescindibili per poter dimagrire e ottenere un’ottima forma fisica. E’ assodato che l’allenamento e un’alimentazione curata siano strettamente legati per ben figurare, perché il corpo brucia più calorie e non ne ingerisce in quantità notevoli, così da bruciare le scorte già presenti nel corpo e dimagrendo sempre di più, riscontrando dunque il deficit calorico, il vero segreto del dimagrimento.

Per arrivare a questo stato, la frequenza dell’attività sportiva deve essere di almeno 3 volte la settimana, così da permettere al corpo di essere allenato e di bruciare in continuazione, dunque stimolando il più possibile il metabolismo. Altro fattore non secondario è bere molta acqua, che permette al corpo di essere sempre idratato.

Allenamento, ecco i falsi miti: cosa evitare se vuoi dimagrire

Forma fisica cosa evitare
Forma fisica cosa evitare (Pixabay)

Le pratica migliori per perdere peso sono il cardio, dunque la corsa, e i pesi, quindi la palestra. Con il cardio bruciamo calorie nell’immediato, mentre con gli attrezzi il corpo e i muscoli stressati bruciano anche una volta conclusa la sessione. Soprattutto per quanto riguardano gli allenamenti in palestra, variare gli allenamenti è importante per non abituare il muscolo a svolgere sempre e solo quell’esercizio; in questa maniera, facendo cose diverse alleneremo meglio le specifiche zone del corpo che vogliamo migliorare.

Per quanto riguarda la corsa, invece, sfruttarla di frequente permette di migliorare la resistenza, dunque avere più fiato e soprattutto di migliorare l’attività cardiovascolare, che nel tempo sarà sempre maggiore e ci permetterà di migliorare le nostre prestazioni durando più a lungo e sopportando meglio lo stress fisico. Tuttavia, dovremo prestare particolare attenzione alle articolazioni, perché sollecitarle troppo se non abituate può compromettere la loro stabilità e incorrere in infortuni che possono essere evitati.