F1, tutti contro la Ferrari. La risposta di Schumacher: “E’ colpa dei piloti”

L’ex pilota di Formula 1 ha deciso di schierarsi in favore della scuderia di Maranello dopo le recenti critiche che le sono piovute addosso.

Ferrari nuove critiche
Ferrari (instagram foto) sportnews.eu

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

I recenti insuccessi della Ferrari hanno portato a diverse critiche nei suoi confronti. Quelle che hanno fatto più rumore sono state le accuse mosse dai due ploti: Charles Leclerc e Carlos Sainz.

Dopo l’ultima gara da dimenticare a Miami i due piloti si sono confrontati e hanno riscontrato entrambi una mancanza di passo del mezzo.

Il primo ad esporsi è stato il monegasco: “Ho parlato con Carlos dopo la gara e abbiamo concordato che la macchina è molto incostante e che è praticamente impossibile spingerla al limite. In una curva c’è il sottosterzo e nella curva successiva c’è il sovrasterzo. È strano e dobbiamo verificare”.

A fargli eco lo spagnolo: “Questa macchina non ti permette di attaccare, soprattutto in gara. Fai di tutto, fai un giro davvero buono, e quello successivo è tre decimi più lento”.

Ralph Schumacher difende la Ferrari

Ralph Schumacher difende la Ferrari
Ralph e Michael Schumacher (instagram foto) sportnews.eu

Ma a difendere la Ferrari è intervenuto Ralph Schumacher, ex pilota anche lui e fratello del campione Michael che ha fatto la storia del cavallino.

Il tedesco, sulle pagine di Sport 1 ha voluto sostenere la scuderia italiana mettendo a tacere le critiche dei due piloti

“La macchina non è eccezionale ma è meglio di quanto dicono. Un pilota  sbaglia l’ingresso ai box, mentre l’altro finisce a malapena un giro veloce senza fare un incidente. Frank Williams mi avrebbe tirato le orecchie, la tendenza non è buona”.

Nel primo caso si riferiva a Sainz, nel secondo a Leclerc.

Schumacher prosegue rincarando la dose e sottolineando che il problema non è neanche il capo squadra Frederic Vasseur, ma ammette:

“Sono già successe molte cose da quando è entrato in carica, il problema più grande sono i piloti, non sono abbastanza costanti”.

E conclude: “Con i suoi errori, Leclerc dimostra che o non ha la maturità o forse che non è abbastanza bravo per vincere un campionato del mondo con la Ferrari. E Sainz era a otto decimi da Leclerc in un fine settimana. Ad essere onesti, il team Ferrari sta attualmente facendo un lavoro migliore rispetto ai piloti”.

Impostazioni privacy