Qualificazione Champions, il quarto posto non vale più? L’incredibile scenario

Qualificazione Champions, la corsa delle italiane in Europa potrebbe sconvolgere tutto: il quarto posto non vale più? L’incredibile scenario che potrebbe prospettarsi in caso di duplice vittoria europea. 

Qualificazione Champions League quarto posto
Qualificazione Champions League quarto posto (Instagram)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Polemiche e veleni a parte, il percorso europeo delle italiane fa rivivere i momenti magici regalati soprattutto negli anni ’90 e primi 2000, quando le italiane spesso e volentieri hanno dominato il calcio europeo arrivando e vincendo finali di Coppa Uefa/Europa League e Coppa Campioni/Champions. Ora, con Milan-Inter in Champions, Juve e Roma in Europa League e Fiorentina in Conference (tutte arrivate in semifinale, un record assoluto per il nostro calcio), le cose potrebbero cambiare per quanto concerne la qualificazione alle prossime coppe: difatti, qualora qualcuna di esse o addirittura tutte dovessero vincere anche l’ultimo atto, la classifica finale della Serie A subirà delle conseguenze non di poco conto.

Le possibilità di avere 5 club in Champions e 8 totali in tutte le competizioni UEFA è possibile, molto difficile ma possibile. Per avere 5 squadre in Champions, Milan o Inter dovrebbero vincere la finale e non chiudere tra le prime quattro in classifica. In quest’ottica, se Juventus o Roma vincessero l’Europa League e resterebbero tra le prime 4 in campionato, le qualificate in Champions rimarrebbero 4 perché automaticamente sarebbe esclusa dalla corsa la quarta classificata.

Il quarto posto non vale più? Qualificazione Champions, che cosa può accadere

Qualificazione Champions League quarto posto
Qualificazione Champions League quarto posto (Instagram)

La esclude automaticamente una norma UEFA, in cui dichiara esplicitamente che ”entrambe le detentrici dei titoli (Champions e Europa League) escludono l’ultimo posto valido per la Champions League (il quarto posto) trasferendolo direttamente all’Europa League“. In questo ipotetico caso, cinque andrebbero ai gironi di Champions (le due vincitrici e le prime tre piazzate); una ai gironi di Europa League (la quarta in classifica); una agli spareggi di Conference League (la quinta in classifica).

Come riporta ‘Sportmediaset’, esiste anche la possibilità che le squadre totali in Europa possano essere 8: Inter o Milan vincitrici in Champions, Roma o Juventus in Europa League e Fiorentina in Conference. I viola, attualmente fuori da qualsiasi discorso di qualificazione diretta in campionato, libererebbero un posto perché si qualificherebbero di diritto all’Europa League.

Impostazioni privacy